L'ITALIA VISTA DAL GIALLO

Conservatorio di musica Lucio Campiani 11 settembre 2015 - h 16:30
2015_09_11_104

È un paese dal tessuto sociale ormai decomposto quello raccontato dal giallo italiano più convincente. Le città sono fatte di persone sole, che ormai hanno poco da condividere, e ciascuno tenta di tenersi attaccato a quello che ha. Di giustizia, neanche a parlarne: ognuno fa da sé o subisce, e la malavita ha facile gioco a prendersi tutto lo spazio che vuole. Eroi non ce ne sono, ma persone che si fanno valere, sì: come il vicequestore Schiavone, protagonista dei romanzi di Antonio Manzini ("Non è stagione"; "Era di maggio"), un poco di buono con un gran fiuto investigativo, o la Guerrera, la criminologa amante del rum e della salsa, nata dalla fantasia di Marilù Oliva, autrice anche di "Le sultane" e "Lo zoo". A parlare con i due scrittori è l'esperto di gialli Luigi Caracciolo.

English version not available

cronaca  Non disponibile.

archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci