VITE CHE NON CHIEDEVANO AFFATTO DI RACCONTARSI

Processi
2017_09_10_191

Così la storica francese Arlette Farge, autrice di "Le goût de l'archive", allude alle infinite storie racchiuse negli archivi giudiziari. Consultandoli abbiamo la sensazione di osservare da vicino la quotidianità di persone comuni e non che, coinvolte loro malgrado in vicende giudiziarie, si trovano a raccontare aneddoti che mai avrebbero consegnato ai posteri volontariamente. Miriadi di voci più o meno veritiere che costituiscono un oceano nel quale studiosi e scrittori amano perdersi, pieno di insidie ma aperto a un numero sterminato di rotte. Delle gioie e dei dolori di una simile navigazione discutono insieme, confrontando le loro diverse esperienze, Michele Di Sivo, archivista presso l'Archivio di Stato di Roma, docente e studioso di fonti processuali, e Carlo Lucarelli, da sempre abile narratore delle vicende giudiziarie.

English version not available

cronaca  Non disponibile.

archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci