LA CRUSCA PER VOI
. Sportello di pronto soccorso grammaticale


Grammatica
Palazzo della Ragione 8 settembre 2007 - h 16:15
2007_09_08_LCPV1615

Risponde oggi Giuseppe Antonelli, docente di Linguistica Italiana ed autore di "Lingua Ipermedia".


English version not available

cronaca  Giuseppe Antonelli parla in piedi, come un professore, e parla bene, come un vero linguista. Ma per rispondere alle domande di spettatori non specialisti usa un linguaggio estremamente comprensibile.
Parla delle libertà e delle forme mutevoli della lingua, e prende come esempio le nuove scritture elettroniche. Parla delle chat e degli sms, dei blog e delle mail che si usano quotidianamente. «Non ci sono delle norme rigide né codificate, l'uso linguistico è dettato di volta in volta dal contesto».
Gli interventi del pubblico osano però una critica all'avanzata di un certo 'impoverimento' dell'italiano di oggi. Ma Antonelli rassicura, lanciando un appello per la difesa non tanto dell'italiano 'classico' ma di quella che chiama la 'glottodiversità' interna alla nostra lingua. In altre parole, il vero pericolo sarebbe in una 'standardizzazione' del linguaggio, cioè nell'incapacità di parlare nel modo appropriato ad ogni situazione.
La lingua italiana è dunque libera di continuare ad inventarsi, salvaguardando così la sua varietà e la sua originale plasticità.

archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci