LA VITA LIBERTINA DI UNO SCRITTORE DI FANTASCIENZA

Museo Diocesano, Chiostro 7 settembre 2012 - h 14:45:00
2012_09_07_080

Solo un romanzo, letto alla radio da Orson Welles, ha saputo seminare il terrore in un'intera popolazione convincendola che un'invasione dei marziani fosse imminente: è "La guerra dei mondi" di H.G. Wells, padre indiscusso della letteratura fantascientifica e intellettuale tra i più liberi e immaginifici dell'Inghilterra tra la fine dell'Ottocento e gli inizi del Novecento. Visionario, socialista, strenuo sostenitore della causa femminista e dell'amore libero, H.G. Wells ha trovato un biografo in David Lodge, che nel suo "Un uomo di fascino" ne racconta gli ultimi anni della vita, occupati dal ricordo delle numerose mogli e amanti e dal dubbio che proprio questa condotta sessuale, incurante della morale del tempo, lo abbia fatto prendere poco sul serio dai suoi contemporanei. Di questo straordinario scrittore Lodge parla con Peter Florence.

Con il contributo di British Council.

English version not available

cronaca  Può bastare leggere un'autobiografia per pensare di conoscere l'autore? Probabilmente qualcuno lo ritiene possibile. David Lodge, critico e narratore, invece, ha pensato che un'autobiografia non è sufficiente per rappresentare la vita interiore di un romanziere. Così, dopo aver cercato di restituire l'intimità della vita di Henry James, in "Un uomo di fascino" si è occupato della vita sentimentale di H.G. Wells. Siamo in Inghilterra tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento e H.G. Wells, intellettuale libero e prolifico, padre indiscusso della letteratura fantascientifica, desta scalpore per la sua condotta libertina. Si calcola che la sua lista registrava circa quattro o cinque donne nuove all'anno per un conteggio totale di oltre cento relazioni. 
Nell'autobiografia pubblicata nel 1935 Wells non ha parlato dei propri sentimenti, tralasciando qualsiasi appunto sulla propria vita sessuale ma ha aggiunto un post sciptum, preoccupandosi che fosse pubblicato dopo la morte sua ma soprattutto di tutte le donne citate. Questo post scriptum è stato pubblicato dal figlio di Wells dopo quasi quarant'anni dalla sua morte. Si tratta di informazioni relative ai rapporti sentimentali di Wells ma non recano alcuna indicazione sui suoi gusti sessuali. Tra i materiali studiati da Lodge ci sono delle lettere dell'autrice Dorothy Richardson, dalle quali traspare il rapporto avuto con Wells. Il riferimento non è lusinghiero ma aiuta a comprendere l'umanità di Wells che resterà amico dell'autrice aiutandola persino a risolvere dei dubbi sul proprio orientamento sessuale. Questa informazione è tratta da un'altra fonte importante: Anthony West, figlio illegittimo di Wells. 
Lodge è interessato alla psicologia dello scrittore che invecchia, che analizza i successi ottenuti verificandoli alla luce delle aspettative iniziali e cosciente della flessione della popolarità fisiologica con l'aumentare dell'età. L'analisi è condotta attraverso un dialogo tra la mente e l'io interiore, in modo che Wells possa sentire una voce che propone prospettive diverse da quelle intraprese ed abbia, però, la possibilità di difendersi. La voce incarna le critiche dell'epoca, incapaci di assolverne lo spirito libertino.
 Un tratto affrontato da Lodge riguarda il pessimismo iniziale di Wells, legato ad una salute cagionevole provocata anche dalla povertà alimentare della sua dieta. Superata tale fase, si assiste ad un'evoluzione dell'umore ed al concretizzarsi di un'immaginazione che è stata in grado di prevedere l'avvento del nucleare, la creazione della bomba atomica, l'utilizzo della televisione e delle audiocassette, lo sviluppo aereo e del trasporto su gomma. Un genio eclettico, consapevole dei rischi connessi al cambiamento climatico ma anche realista capace di descrivere la società classista con dovizia di particolari. Da non sottovalutare nemmeno il senso dell'umorismo che, dalle parole di Lodge, sembra anticipare la comicità di Mr. Bean.
 Difficile prevedere se il romanzo biografico sopravviverà all'opera stessa e se servirà a completarne la conoscenza ma è certo che le pulsioni sessuali e l'intimità di un uomo speciale resteranno per sempre materiale di interesse previlegiato.

archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci