DALLO SCOPPIO DELL'IRA ALLO SCOPPIO DELLA PASSIONE

Teatro Ariston 8 settembre 2013 - h 10:45
2013_09_08_200

«Cosa c'è di più strano del litigio di due amanti che si conclude con lo scatenamento della passione amorosa? Tanto violento lo scontro tanto sensuale sembra l'epilogo». Attorno a questo mistero si costruiscono le riflessioni di Gérard Pommier ("Del buon uso erotico della collera"), psichiatra e psicoanalista già allievo di Lacan e di Franccedil;oise Dolto. Sebbene le cronache quotidiane facciano temere il 'femminicidio' a opera di uomini irosi e violenti, Pommier prova a tracciare le coordinate per una cura psicoanalitica della collera in modo che possa essere trasformata nella capacità erotica. Ne discute con Massimo Recalcati, anch'egli psicoanalista lacaniano.

English version not available

cronaca  «Come fa la collera a provocare l'erotismo?» ecco il quesito a cui Gerard Pommier e Massimo Recalcati hanno risposto, esponendo "Del buon uso erotico della collera", ultimo romanzo del psicoanalista francese, che ripercorrendo il concetto di sessualità freudiano, ha smantellato alcune credenze comuni nel campo erotico e sessuale, ovvero che il corpo sessuale sia un meccanismo e che la sessualità sia un fatto di natura.
Per Pommier esistono due modi di utilizzo della collera e quello più conosciuto e praticato è quello cattivo, che porta sempre ad una violenza morale e/o fisica. Il buon uso viene adottato quando la collera diventa fonte d'erotismo e ciò che non funziona nella coppia si trasforma in qualcosa di funzionante. Si può scegliere quale utilizzare, ma rimane una costante: l'angoscia che deriva dalla differenza tra i due generi. Perché c'è questo scontro tra genere maschile e femminile? Generalmente deriva dall'opposizione tra amore e desiderio sessuale: il primo sentimento nasce all'interno della famiglia, dove la sessualità è esclusa per l'interdizione dell'incesto, quindi questa separazione tra amore e sesso esiste fino all'adolescenza. L'incesto è un tipo di morte speciale, perché vorrebbe dire fare l'amore con qualcosa che esiste prima della nostra esistenza e ciò porta ad un'angoscia esistenziale e a traumi a volte irrisolvibili.
Andando avanti nella vita, quando l'amore si avvicina al modello famigliare, c'è il rischio che il desiderio cali, come succede nella maggioranza delle coppie in seguito alla nascita di un figlio, e di conseguenza nasce la collera nella relazione, perché non siamo più attratti da chi amiamo, e si corre il rischio di lasciarsi, ma in casi rari succede anche che la passione fortunatamente rinasca. Entrando nello specifico, il motivo del conflitto di genere sta nel concetto di bisessualità psichica presente in ciascuno di noi: il termine in se sembra strano, perché una volta che si è scelto a che genere si appartiene, si esclude così parte della propria bisessualità: gli uomini rifiutano la propria femminilità, riflettendola sulla donna, opprimendola e desiderandola allo stesso tempo. L'amore è sofferenza, infatti il desiderio è un dispiacere pieno di piaceri: bisognerebbe imparare a trarre dai fatti negativi qualcosa di positivo che ci porti avanti nella relazione, in modo che tutto ciò che rompe possa far rinascere.

archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci

Evento in lingua: italiano , francese
PERSONE CORRELATE ( 3 )
Gérard Pommier
Massimo Recalcati
LUOGO CORRELATO
Teatro Ariston
TEMI CORRELATI (2) ENTI CORRELATI ( 2 )