Domenico Quirico

archivio festivaletteratura
Quirico Domenico al Festivaletteratura 2017 - ©Festivaletteratura

Nato nel 1951, giornalista e reporter di guerra, è una delle firme di punta del quotidiano "La Stampa", su cui scrive tuttora. Dagli anni Duemila lavora come inviato in Medio Oriente e ha vissuto in prima persona le guerre fratricide che attanagliano la regione. Nell'agosto del 2011 viene rapito in Libia insieme a tre colleghi italiani e viene rilasciato pochi giorni dopo. Nel 2013 viene imprigionato a Damasco dai ribelli. Questo secondo rapimento sarà alla base del libro "Il paese del male. 152 giorni di prigionia in Siria", in cui Quirico riporta i piccoli gesti e le umiliazioni che solo un ostaggio può capire, il dolore della prigionia e la frustrazione per essere stato consegnato al carnefice da persone che credeva amiche: «è come se fossi vissuto per cinque mesi su Marte. E ho scoperto che i marziani sono cattivi», ha dichiarato poco dopo esser stato liberato. Nonostante l'esperienza della prigionia, il mondo arabo continua a essere il suo principale interesse e di recente ha studiato a fondo l'insorgere dello Stato Islamico, viaggiando nei luoghi minacciati dall'ISIS e spiegando la pianificazione del dominio dell'area di cui i suoi aguzzini parlavano già due anni prima. In "Esodo" si misura con un'altra, fondamentale problematica del nostro tempo, fornendo al lettore un quadro esaustivo sulle migrazioni dall'Africa e da altre aree del Sud del mondo. «Abitanti di un mondo in declino - ha scritto -, trepidiamo soltanto per la nostra ricchezza, proprio come i popoli vecchi, le civiltà al tramonto. E non ci accorgiamo che nelle nostre tiepide città, in cui coltiviamo la nostra artificiale solitudine, vi sono già alveari ronzanti, di rumore e di colore, di preghiera e furore. Il mondo di domani».(foto: © Leonardo Cendamo)

Born in 1951, a journalist and war reporter, he is one of the leading contributors to the daily newspaper "La Stampa". He has been working as a Middle East correspondent since the last decade, experiencing first-hand the wars that have beset the region. In August 2011, he was kidnapped in Libya along with three Italian colleagues, and was released a few days later. In 2013, he was taken hostage by rebels in Damascus. This second kidnapping is the subject of his book, "Il paese del male. 152 giorni di prigionia in Siria", in which Quirico reports the small acts and humiliations that only a hostage can understand, the pain of imprisonment and the frustration at being handed over to the executioner by people he considered to be friends: "it's like I spent five months on Mars. And I found out that Martians are evil", he said shortly after being freed. Despite his imprisonment, the Arab world continues to be his main focus and he recently studied the rise of the Islamic State, travelling to places threatened by ISIS and explaining the planning of the conquering of the area that he heard his captors speaking about two years earlier. In "Esodo", he tackles another fundamental issue of our age, giving the reader a comprehensive picture on migration from Africa and other parts of the southern hemisphere. «Inhabitants of a world in decline - he wrote - we only treasure our wealth, just like the ancients, civilisations at their sunset. And we don't realise that in our warm cities, where we cultivate our artificial loneliness, there are already buzzing hives, of noise and colour, of prayer and fury. The world of tomorrow».(photo: © Leonardo Cendamo)

"Europa unita. Un sogno lungo quarant'anni", Agorà, 1998"Squadrone bianco. Storia delle truppe coloniali italiane", Mondadori, 2002 (2009)"Adua. La battaglia che cambiò l'Italia", Mondadori, 2004 (2005)"Generali. Controstoria dei vertici militari che fecero e disfecero l'Italia", Mondadori, 2006 (2007)"Naja. Storia del servizio di leva in Italia", Mondadori, 2008"Primavera araba. Le rivoluzioni dall'altra parte del mare", Bollati Boringhieri, 2011"Il paese del male. 152 giorni in ostaggio in Siria", Neri Pozza, 2013 (2015)"Gli ultimi. La magnifica storia dei vinti", Neri Pozza, 2013"Il grande califfato", Neri Pozza, 2015 (2016)"Esodo. Storia del nuovo millennio", Neri Pozza, 2016"Il tuffo nel pozzo. È ancora possibile fare del buon giornalismo?", Vita e Pensiero, 2017"Ombre dal fondo", Neri Pozza, 2017
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci