Wajdi Mouawad

archivio festivaletteratura
Mouawad Wajdi al Festivaletteratura 2017 - ©Festivaletteratura

Nato nel 1968 in Libano, Wadij Mouawad si è trasferito a Parigi e poi a Montréal a causa della guerra. Scrittore, drammaturgo e regista, prima di essere riconosciuto in Canada e in Francia come uno dei più importanti autori teatrali degli ultimi decenni, ha maturato una pluriennale esperienza sul palcoscenico come attore. Nel 2004 ha adattato per il grande schermo la sua pièce "Littoral", mentre nel 2010 lo spettacolo "Incendies" è stato trasposto al cinema dal regista canadese Denis Villeneuve ("La donna che canta"), ricevendo una nomination all'Oscar come miglior film straniero nel 2011. È autore di dodici testi teatrali rappresentati in tutto il mondo e di due romanzi che hanno riscosso un'enorme fortuna critica: "Il volto ritrovato" (2002, tradotto per la prima volta in Italia nel 2017) è la storia di Wahab, un bambino libanese di sette anni costretto ad abbandonare la propria terra alla volta di «un paese lontano e piovoso»; "Anima" (2011) è un'opera che esplora i lati più oscuri dell'animo umano, ritraendo «una cultura e una generazione che si considera al riparo dalla guerra, salvo poi viverla interiormente ogni giorno della propria vita» ("El Mundo").

English version not available

"Incendi", Tivillus, 2009"Anima", Fazi, 2015"Il volto ritrovato", Fazi, 2017
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci