Benedetta Craveri

archivio festivaletteratura
Benedetta Craveri al Festivaletteratura 2016 - ©Festivaletteratura

Docente di Lingua e Letteratura francese all'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, Benedetta Craveri ha diretto vari programmi culturali di Radio Rai e collaborato alle pagine culturali di "Repubblica" e della "New York Review of Books". Fin dalla tesi col critico letterario Giovanni Macchia, i suoi ambiti di ricerca hanno riguardato soprattutto la civiltà letteraria francese del XVII e del XVIII secolo. Ha tradotto e introdotto per Einaudi le "Poesie di André Chénier"; per Adelphi ha curato le "Lettere di Mademoiselle Aïssé a Madame C..." e "La vita privata del maresciallo di Richelieu". È del 1982 "Madame du Deffand e il suo mondo", una fortunata biografia della scrittrice francese del Settecento. Il saggio "La civiltà della conversazione" (2001), in cui Craveri ricostruisce la storia, leggendaria e al tempo stesso sorprendentemente attuale, di un'arte del vivere fiorita in Francia tra Sei e Settecento e destinata a imporsi come modello delle élites europee, è valso all'autrice numerosi premi ed è stato tradotto in Francia, Stati Uniti e Spagna. Dopo "Amanti e regine" e "Maria Antonietta e lo scandalo della collana" (2006), nel 2016 ha pubblicato "Gli ultimi libertini", racconto erudito della vita di sette giovani aristocratici agli albori della Rivoluzione Francese, «la cui giovinezza - come si legge nella prefazione - coincise con l'ultimo momento di grazia della monarchia francese». (foto: © Festivaletteratura)

Benedetta Craveri teaches French Literature at Tuscia University. She wrote various cultural programmes for RadioRai, and she is a member for the Committee for cultural prizes for the presidency of the Council. She works for the cultural columns of "La Repubblica" and "New York Review of Books2. Since her dissertation with Giovanni Macchia, her interests have focused on the French literary civilization of the 17th and 18th centuries. She translated and introduced the "Poesie by André Chenier", for Adelphi she edited "Lettere di Mademoiselle Aïssé a Madame C..." and "La vita privata del Maresciallo di Richelieu". And in 1982 "Madame du Deffand" e il suo mondo (Adelphi), a successful biography recently republished with a postface by Marc Fumaroli. Last year, after over ten years, Adelphi published "La civiltà della conversazione", that has already won a number of prizes and its translation in underway in France, the US and Spain. The book expands on the art of living in 17th and 18th century France, which would become a model for the European elites.(photo: © Festivaletteratura)

"Madame du Deffand e il suo mondo", Adelphi, 1982 (2001)
"Vita privata del maresciallo di Richelieu", a cura di Benedetta Craveri, Adelphi, 1989
"La civiltà della conversazione", Adelphi, 2001 (2011)
"Amanti e regine. Il potere delle donne", Adelphi, 2005 (2013)
"Maria Antonietta e lo scandalo della collana", Adelphi, 2006 (2007)
"Gli ultimi libertini", Adelphi, 2016
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci