Giulio Iacchetti

archivio festivaletteratura

Giulio Iacchetti, nato nel 1966, è industrial designer dal 1992. Alterna all'attività di progettista l'insegnamento in università e scuole di design. Dal 2008 insegna progettazione all'Università degli Studi della Repubblica di San Marino e all'Università IUAV di Venezia. Nel corso degli anni ha ricevuto importanti riconoscimenti internazionali. Nel 2001, con Matteo Ragni, vince il Compasso d'Oro per la posata multiuso biodegradabile Moscardino che nello stesso anno entra anche a far parte dell'esposizione permanente del design al MOMA di New York. Per Coop Italia ha ideato e coordinato Design alla Coop, un progetto collettivo per portare il design nella grande distribuzione organizzata. Per Corraini Edizioni ha curato il libro "Italianità", una raccolta di scritti su oggetti, simboli, odori, sapori e suoni che contribuiscono a formare l'identità del popolo italiano. I suoi progetti sono stati esposti in numerose mostre e musei, in Italia e all'estero; ha tenuto conferenze e seminari sul proprio lavoro e sul tema del design a Barcellona, Colonia, Edimburgo, Istanbul, Mosca, Osaka, Oslo, Porto, Salonicco, San Pietroburgo e San Paolo del Brasile. Attualmente è impegnato nella direzione artistica per importanti realtà produttive pur continuando a dedicarsi alla ricerca progettuale ed alla promozione di una nuova generazione di designer indipendenti.

Since 1992, Giulio Iacchetti has dealt with industrial design, before this he had studied at the Faculty of Architecture of Milan Polytechnic and attended a two-year specialization course in Industrial Design organized by Regione Lombardia. In 1995 he took part in the Futurarium Summer Workshop. He teaches at the Faculty of Industrial Design of Milan Polytechnic and at the European Institute of Design. He has taken part in many international exhibitions and competitions including "MISSING THINGS" organized by Hanover's Transport Administration (1996) and the "Bourse Europenne de la creation coutelier" Competition (1997) in Thiers (France) where he won the first prize. in 2001, he was awarded the Golden Compasses at "Aroundesign ed insieme" for his biodegradable cutlery "Moscardino" which is now included in the permanent design exhibiton at MOMA in New York. His client portfolio includes Mandarina Duck, JVC, Guzzini, Sambonet, Coop, Desalto, Bialetti, Breil, Pandora Design and Samsung.

"Venti oggetti a reazione poetica", Compositori, 2002
"Italianità", Corraini, 2008
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci