Amitav Ghosh

archivio festivaletteratura

Amitav Ghosh è cresciuto tra Bangladesh, allora Pakistan orientale, Sri Lanka, Iran e India. Dopo essersi laureato all'Università di Delhi, ha studiato Antropologia sociale a Oxford. È scrittore, antropologo e sicuramente uno dei più conosciuti autori indiani in lingua inglese. Prima di pubblicare il suo primo romanzo ha frequentato la facoltà di Arti all'Università di Alessandria e ha lavorato come giornalista per "Indian Express". Con "Il cerchio della ragione" ha vinto il prestigioso Prix Médicis Etranger (1990) e lo stesso anno, con "Le linee d'ombra", il Sahitya Akademi Award e il Puraskar Ananda. "Cromosoma Calcutta" ha ottenuto nel 1997 l'Arthr Clarcke Award e "Il palazzo degli specchi" ha vinto il premio internazionale per la fiction alla Fiera di Francoforte (2001). A "Il paese delle maree" è stato assegnato il premio Libro Crossword e il romanzo "Mare di papaveri" è stato finalista per il Man Booker Prize 2008 ed è stato insignito del Premio Libro Crossword e IndiaPlaza Golden Quill Award. Nel 2010 gli è stato attribuito il Dan David Award e nel 2011 l'International Grand Prix of the Blue Metropolis Festival di Montreal. Oltre ai romanzi, Amitav Ghosh ha scritto numerosi saggi di antropologia per i quali ha ottenuto il Pushcart Prize. Ha insegnato in molte università in India e negli Stati Uniti, tra le quali Delhi University, Columbia, Queens College e Harvard. Nel 2007 il presidente dell'India gli ha conferito il Padma Shri, la più alta onorificenza indiana. Nel 2010 diverse università gli hanno conferito dottorati ad honorem, tra le quali quella di New York, la Sorbona di Parigi, il Queens College.

Amitav Ghosh grew up in Bangladesh, then east Pakistan, Sri Lanka, Iran and India. After graduatine at the University of Delhi, he studied social antropology in Oxford. He is both a writer and antropologist, and certainly one of the most famous indian writers writing in English. Before publishing his first book, he attended the Arts department ar the Uiversity of Alexandria and worked as a journalist for Indian express. With "Il cerchio della ragione" he won the prestigious Prix Médicis Etranger, and with "Le linee d'ombra" he received the Sahitya Akademi Award, the most prestigious literary indian award. In 1997 "Cromosoma Calcutta" received the Arthur Clarcke Award and "Il palazzo degli specchi" received the International Fiction Prize at the Frankfurt Fair. In addition to novels he has written numerous antropology essays for which he was awarded the Pushcart Prize. He now lives in New York where he teaches comparative literature at the Columbia University.

"Il cerchio della ragione", Garzanti, 1986 (Einaudi, 2002)
"Le linee d'ombra", Einaudi, 1990 (Neri Pozza, 2010)
"Lo schiavo del manoscritto", a cura di Anna Nadotti, Einaudi, 1993 (Neri Pozza, 2009)
"Danzando in Cambogia. 1993", Linea d'ombra, 1994
"Il cromosoma Calcutta", Einaudi, 1996 (Neri Pozza, 2008)
"Estremi Orienti", Einaudi, 1998
"Il palazzo degli specchi", Einaudi, 2001 (Neri Pozza, 2009)
"Il paese delle maree", Neri Pozza, 2005
"Circostanze incendiarie", Neri Pozza, 2006
"Mare di papaveri", Neri Pozza, 2008 (Beat edizioni, 2011)
"Il fiume dell'oppio", Neri Pozza, 2011
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci