Andrea Vitali

archivio festivaletteratura
Andrea Vitali al Festivaletteratura 2017 - ©Festivaletteratura

Nato a Bellano, sul lago di Como, nel 1956, esercita la professione di medico di base del paese in cui è nato e vive. Da aneddoti e pettegolezzi uditi per bocca di «personaggi veri o verosimili» della sua vita ha tratto alimento per un'opera letteraria che prosegue dai primi anni Novanta. Esordisce con "Il procuratore", in cui già compaiono le note caratteristiche della sua narrativa: l'ambientazione in provincia, la scrittura essenziale e i dialoghi vivaci che consentono al lettore di immergersi completamente nella trama romanzesca, il distacco storico tra lo scrittore e le storie narrate, tenute sempre a distanza di almeno una generazione. Seguono altri romanzi, quali "Il meccanico Landru", "L'ombra di Marinetti" (Premio Chiara 1995), e "L'aria del lago", anche se è con "Una finestra vistalago" che Vitali conquista un vasto consenso di pubblico e critica. Il romanzo narra cinquant'anni di vita paesana attraverso personaggi resi unici dall'ironia dell'autore. Forte di giudizi lusinghieri che lo hanno eletto erede di scrittori come Mario Soldati e Piero Chiara, Vitali ha continuato a realizzare il suo affresco della provincia natia con numerose pubblicazioni, culminato in una serie di racconti per l'editore Cinquesensi (scritti col fratello Giancarlo) e nei romanzi "Viva più che mai" (2016) e "A cantare fu il cane" (2017). Dal 2003 vanta anche una collaborazione col gruppo musicale Sulutumana, con all'attivo centinaia di recital e spettacoli in tutta Italia.(foto: © Festivaletteratura)

Andrea Vitali was born in 1956 in Bellano (Lake Como) where he is a GP. He made his debut in fiction in 1990 with "Il procuratore" (Mont Blanc Prize for young novel), where the main characteristics of his narration appear: the setting in the province overlooking Lake Como, his crisp narration and sparkling dialogues fully plunging the readers into the story, the writer's historical distance from the events he writes about, always kept at least one generation apart. This was followed by more novel ("Il meccanico Landru", 1992; "L'ombra di Marinetti" (1995, premio Piero Chiara), "L'aria del lago", 2001 but it is with "Una finestra vistalago" that Vitali is met with great success by the critics and readers alike. The story tells of fifty year of living in a small town through characters becoming unique both by the author's irony as well as affectionate narration. Thanks to flattering comments making him the successor of writers such as Mario Soldati and Piero Chiara, Vitali carried on his writing fresco set in his own native land with "La signorina Tecla Manzi" (2004), "La figlia del podestà" (2005), "Olive comprese" (2006) e "Il segreto di Ortelia" (2007).(photo: © Festivaletteratura)

"Il procuratore", Camunia, 1990 (Quadratum, 2016)"Il meccanico Landru", Camunia, 1992 (Garzanti, 2017)"A partire dai nomi", Liguori, 1994"L'ombra di Marinetti", Periplo, 1995 (1996)"Un amore di zitella", Garzanti, 1996 (2017)"L'aria del lago", Aragno, 2001"Peste lo colse", Comune di Bellano, 1997"Una finestra vistalago", Garzanti, 2003 (2014)"La signorina Tecla Manzi", Garzanti, 2004 (2013)"La figlia del podestà", Garzanti, 2005 (2017)"Olive comprese", Garzanti, 2006 (2015)"Il segreto di Ortelia", Garzanti, 2007 (2014)"La modista. Un romanzo con guardie e ladri", Garzanti, 2008 (2017)"Dopo lunga e penosa malattia", Garzanti, 2008 (2014)"Almeno il cappello", Garzanti, 2009 (2017)"Pianoforte vendesi", Garzanti, 2009 (2012)"La mamma del sole", Garzanti, 2010 (2014)"La leggenda del morto contento", Garzanti, 2011 (Quadratum, 2016)"Zia Antonia sapeva di menta", Garzanti, 2011 (2014)"Silhouette", con Giancarlo Vitali, Cinquesensi, 2010"La carne", con Giancarlo Vitali, Cinquesensi, 2011"Tutti i santi", con Giancarlo Vitali, Cinquesensi, 2011"33 Re", con Giancarlo Vitali, Cinquesensi, 2011"Stralunario", con Giancarlo Vitali, Cinquesensi, 2011"Regalo di nozze", Garzanti, 2012 (2017)"Pro-memoria", con Giancarlo Vitali, Cinquesensi, 2012"Manone", con Giancarlo Vitali, Cinquesensi, 2012"Galeotto fu il collier", Garzanti, 2012 (Corriere della Sera, 2016)"Donne donne", con Giancarlo Vitali, Cinquesensi, 2012"Canto di Natale", con Giancarlo Vitali, Cinquesensi, 2012"Le tre minestre", Mondadori, 2013 (2014)"Enigma di ferragosto", con Giancarlo Vitali, Cinquesensi, 2013"Merk e i gatti", con Giancarlo Vitali, Cinquesensi, 2013"Un bel sogno d'amore", Garzanti, 2013 (2014)"Di Ilde ce n'è una sola", Garzanti, 2013 (2015)"Come fu che babbo Natale sposò la Befana", Mondadori Electa, 2013"Premiata ditta Sorelle Ficcadenti", Rizzoli, 2014 (2016)"Vivida mon amour", con Giancarlo Vitali, Cinquesensi, 2014"Quattro sberle benedette", Garzanti, 2014 (2015)"Il custode", con Giancarlo Vitali, Cinquesensi, 2014"Biglietto signorina?", Garzanti, 2014 (2016)"Zodiac", con Giancarlo Vitali, Cinquesensi, 2014"Di impossibile non c'è niente", Salani, 2014 (Centauria, 2016)"La ruga del cretino", con Massimo Picozzi, Garzanti, 2015"Il banchetto del Meneghino", con Giancarlo Vitali, Cinquesensi, 2015"Le belle Cece", Garzanti, 2015 (2016)"La verità della suora storta", Garzanti, 2015 (2016)"Canto di natale 2. Ovvero i grandi non dicono mai la verità", con Giancarlo Vitali, Cinquesensi, 2015"Arie balcaniche", con Giancarlo Vitali, Ciunquesensi, 2016"Le mele di Kafka", Garzanti, 2016 (2017)"I miracoli della perpetua", con Giancarlo Vitali, Cinquesensi, 2016"Nel mio paese è successo un fatto strano", Salani, 2016"Viva più che mai", Garzanti, 2016 (2017)"A cantare fu il cane", Garzanti, 2017
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci