Igiaba Scego

archivio festivaletteratura
Igiaba Scego al Festivaletteratura 2006 - ©Festivaletteratura

«Somala di origine, italiana per vocazione», Igiaba Scego è figlia di Ali Omar Scego, ex-Ministro degli Esteri somalo. Nata nel 1974 a Roma - dove i suoi genitori sono emigrati per sfuggire al colpo di stato di Siad Barre -, si è laureata in Lingue e Letterature straniere alla 'Sapienza' e divide il suo tempo fra la narrativa e la ricerca accademica (ha conseguito un dottorato in Pedagogia all'Università Roma Tre). Le sue opere cercano sempre un punto di equilibrio tra le sue due culture di appartenenza, quella materna e quella adottiva. Nel 2003 vince il Premio Eks&tra di scrittori migranti con il racconto "Salsiccia" e pubblica il suo romanzo di esordio, "La nomade che amava Alfred Hitchcock", a cui fa seguito nel 2008 "Oltre Babilonia", una saga al femminile tra Somalia, Italia e Argentina. Collabora stabilmente con il settimanale "Internazionale" e ha curato una rubrica su "Nigrizia" tra il 2007 e il 2009. Nel 2010, con "La mia casa è dove sono", si è aggiudicata il Premio Mondello.(foto: Festivaletteratura)

«Of Somali origin and Italian by vocation», Igiaba Scego is the daughter of Ali Omar Scego, ex- Somali Foreign Minister. Born in Rome in 1974 where her parents had migrated to flee Siad Barre's coup, she graduated in Modern Languages at La Sapienza University. She devotes her time both to narrative and academic research (she obtain a PhD in Education from La Sapienza University). In her works, she always try to keep a balance between her original and her adoptive culture. In 2003, she won the Eks&tra Prize for migrant writers with her story "Salsiccia" ad published her debut novel, "La nomade che amava Alfred Hitchcock". Her novel "Oltre Babilonia" is a feminine saga poised between Somalia, Italy and Argentina. She writes for the weekly "Internazionale" and she edited the column "Nigrizia" between 2007 and 2009. In 2010, with "La mia casa è dove sono", she won the Mondello Prize. Her latest book is "Adua".

"La nomade che amava Alfred Hitchcock", illustrazioni di Chiara Sonnoli, Sinnos, 2003"Rhoda", Sinnos, 2004"Pecore Nere. Racconti", con Gabriella Kuruvilla e Muyabi Ingy, Laterza, 2006"Oltre Babilonia", Donzelli, 2008"La mia casa è dove sono", Rizzoli, 2010 (Loescher, 2012)"Roma negata. Percorsi postcoloniali nella città", con Rino Bianchi, Ediesse, 2014"Adua", Giunti, 2015
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci