Gianni Riotta

archivio festivaletteratura

Gianni Riotta è giornalista, scrittore e docente. Nato a Palermo nel 1954, si è laureato in Filosofia all'Università di Palermo con una tesi sul concetto di verità nei linguaggi formalizzati; ha quindi conseguito il Master of Science presso la Columbia University Graduate School of Journalism di New York, dove è stato mentor dei laureandi. È docente di Teoria dei new media presso la Princeton University, oltre ad essere membro dell'Advisory Board e membro permanente del Council on Foreign Relations nella medesima università. Ha iniziato la carriera giornalistica lavorando per il canale Radio3 della Rai e per "Il Manifesto", oltre ad essere collaboratore delle pagine culturali del "Giornale di Sicilia". Trasferitosi a New York, è stato inviato speciale e corrispondente per varie testate giornalistiche italiane, tra cui "L'Espresso", "La Stampa" e il "Corriere della Sera", per il quale, in qualità di editorialista, ha creato il primo forum online (Pensieri e Parole) e la sezione Sondaggi e Focus Group del sito web del quotidiano. Nel corso degli anni ha collaborato con "The New York Times", "The Washington Post", "Le Monde", "Foreign Policy", "The Wall Street Journal", ABC, NBC e CNN. Nel 1993 ha condotto la serie tv "Milano, Italia", succedendo a Gad Lerner. Nel 1996, insieme ad Umberto Eco, ha fondato "Golem", la prima rivista culturale italiana pensata solo per il web, e nel 1999 il mensile "Global-FP", con Boris Biancheri e Cesare Merlini, in collaborazione con il Carnegie Endowment for Peace. È stato condirettore del quotidiano "La Stampa" dal 1998 al 2002, vicedirettore del "Corriere della Sera" dal 2004 al 2006, direttore del Tg1 dal 2006 al 2009, tg per il quale ha sperimentato l'idea di un'informazione di qualità ed equanime davanti al pubblico tv. Dal 2009 al 2011 ha diretto "Il Sole 24 Ore". Per la sua attività giornalistica è stato insignito di numerosi premi, tra cui il Premiolino (1989), il premio È Giornalismo (1997), il Premio Don Puglisi (2008), per l'impegno contro la criminalità organizzata, e il Premio Ischia (2009); nel 2008 le riviste "Foreign Policy" e "Prospect" lo hanno incluso nella classifica dei Cento intellettuali internazionali più influenti al mondo. Riotta è anche autore di libri; come romanziere ha vinto numerosi premi, sia in Italia che all'estero.

English version not available

"Cambio di stagione", Feltrinelli, 1991 (1993)
"Ombra. Un capriccio veneziano", Consorzio Venezia Nuova, 1994 (Rizzoli, 1995)
"Ultima dea", Feltrinelli, 1994
"Principe delle nuvole", Rizzoli, 1997 (BUR, 2004)
"N. Y. Undici settembre. Diario di una guerra", Einaudi, 2001 (Mondolibri, 2003)
"Alborada", Rizzoli, 2002 (2006)
"La prima guerra globale", Rizzoli, 2003
"Le cose che ho imparato. Storie, incontri ed esperienze che mi hanno insegnato a vivere", Mondadori, 2011
"New York. Born back into the past", testi di Gianni Riotta, Geminello Alvi, Alinari 24 Ore, 2011
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci