Valeria Parrella

archivio festivaletteratura

«Scrivo racconti perché mi interessano gli esseri umani: donne e uomini solitari che combattono le loro solitarie guerre. Ma soprattutto, io credo che il racconto sappia parlare di amore così come l'amore è: incompleto e sghembo». Nata a Torre del Greco, Valeria Parrella si è stabilita dagli anni dell'università nel cuore di Napoli, dove vive e lavora. Dopo la laurea in Glottologia e diverse esperienze lavorative, nel 2003 si è affermata come narratrice con la raccolta di racconti "Mosca più balena", che le è valsa il Premio Campiello Opera Prima. Nel 2005 grazie a un'altra raccolta di racconti ("Per grazia ricevuta"), l'autrice partenopea è giunta nella cinquina dei finalisti al Premio Strega dello stesso anno. Nel 2008 è uscito il suo primo romanzo, "Lo spazio bianco", che al pari dei precedenti lavori riesce a catturare l'anima e le voci di una Napoli perennemente sospesa tra la tragedia quotidiana e la farsa. Prolifica anche come drammaturga, a partire da "Il verdetto" (2007) ha firmato pièce teatrali di successo, compresa una riscrittura dell'"Antigone" di Sofocle, messa in scena al Teatro Stabile di Napoli nella stagione 2012/2013. Nel 2016 ha scritto la sceneggiatura e le canzoni dello spettacolo "Dalla parte di Zeno", diretto da Andrea Renzi.(foto: © Festivaletteratura)

«I write because I'm interested in human beings: lonely men and women fight their own lonely wars. But, most of all, I believe that stories can speak about love as it truly is: incomplete and skewed.» Born in Torre del Greco, Valeria Parrella has been settled in Naples since her time at university. After her degree in linguistics and a number of different work experiences, she became established as an author in 2003, with the short story collection "Mosca più balena", which led to her being awarded the Premio Campiello Opera Prima. In 2005, thanks to another collection of short stories ("Per grazia ricevuta"), the author was one of the five finalists at the Premio Strega that year. Her first novel was released in 2008, "Lo spazio bianco", which, like her previous works, managed to capture the soul and voices of Naples that is actually suspended between every day tragedy and farce. She is also a successful playwright, starting with "Il verdetto" (2007), having reduced the number of theatrical pieces, including a rewrite of "Antigone" by Sophocles, stays at the Teatro Stabile di Napoli in the 2012/2013 season. In 2016, she wrote the script and songs for the show "Dalla parte di Zeno", directed by Andrea Renzi.(photo: © Festivaletteratura)

"Mosca più balena", Minimum Fax, 2003 (2012)
"Per grazia ricevuta", Minimum Fax, 2005 (Beat, 2010)
"Il verdetto", Bompiani, 2007
"Lo spazio bianco", Einaudi, 2008 (2010)
"Ciao maschio", Bompiani, 2009
"Tre terzi", con Diego de Silva e Antonio Pascale, Einaudi, 2009
"Il premio", in AA.VV., "Sei fuori posto. Storie italiane", Einaudi, 2010
"Ma quale amore", Rizzoli, 2010 (Einaudi, 2014)
"Lettera di dimissioni", Einaudi, 2011
"Antigone", Einaudi, 2012
"Tempo di imparare", Einaudi, 2013
"Troppa importanza all'amore", Einaudi, 2015
"Assenza. Euridice e Orfeo", Bompiani, 2015
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci