Paolo Pejrone

archivio festivaletteratura
Paolo Pejrone al Festivaletteratura 2014 - ©Festivaletteratura

Paolo Pejrone è nato a Torino nel 1941. Architetto, paesaggista e giardiniere, dopo la laurea al Politecnico della sua città natale diviene allievo di Russel Page e frequenta lo studio di Roberto Burle Marx a Rio de Janeiro. Dal 1970 lavora in Italia, Francia, Svizzera, Arabia Saudita, Grecia, Inghilterra e Germania come progettista di giardini. Ha collaborato per vent'anni con l'Editrice Condé Nast e con numerosi giornali e riviste specialistiche. Dal 1999 al 2006 ha tenuto la rubrica "Fiori e giardini" su "Tuttolibri", supplemento settimanale de "La Stampa"; dal 2005 cura la rubrica "Il giardino delle ortiche" sulla rivista "VilleGiardini"; dal 2007 tiene una rubrica su "Tuttoscienze", inserto scientifico de "La Stampa", e un'altra su "Specchio". Socio fondatore dell'Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio e presidente dell'Accademia piemontese del giardino, è ideatore e fondatore della mostra-mercato 'Tre giorni per il giardino', organizzata ogni primavera dal FAI. «Penso che ci sia una relazione importante tra il 'fare giardini' e la tutela del paesaggio», ha asserito in un'intervista. «La creazione del paesaggio miniaturizzato del giardino può persino aiutare a capire i problemi del macropaesaggio».(foto: © Festivaletteratura)

Paolo Pejrone was born in Turin in 1941. An architect, landscaper and gardener, after graduating from the Polytechnic in his hometown, he became a pupil of Russell Page and attended the studio of Roberto Burle Marx, in Rio de Janeiro. From 1970 onwards, he worked in Italy, France, Switzerland, Saudi Arabia, Greece, England and Germany as a garden designer. He has worked with Condé Nast for twenty years, and numerous other newspapers and journals. He wrote the column "Fiori e giardini" for "Tuttolibri", the weekly supplement to "La Stampa", from 1999 to 2006; since 2005, he has edited the "Il giardino delle ortiche" column in "VilleGiardini"; he has had a column in "Tuttoscienze", the scientific insert to "La Stampa" since 2007, and another in "Specchio". He is a founding member of Aiapp (Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio), president of the Accademia piemontese del giardino, and creator of the exhibition/market 'Tre giorni per il giardino', organised each spring by FAI. «I think there is an important relationship between 'making gardens' and protecting the landscape,' he said in an interview. "The creation of a miniature landscape garden can even help you understand the problems of the macro-landscape».(photo: © Festivaletteratura)

"In giardino non si è mai soli. Diario di un giardiniere curioso", Feltrinelli, 2002 (2005)"Il vero giardiniere non si arrende. Cronache di ordinaria pazienza", Feltrinelli, 2003 (2013)"I miei giardini", Mondadori-Electa, 2008"Gli orti felici", Mondadori-Electa, 2009"Cronache di un giardino", Mondadori-Electa, 2010"La pazienza del giardiniere. Storie di ordinari disordini e variopinte strategie", Einaudi, 2009 (2011)"In giardino, d'inverno", con Dario Fusaro, Mondadori Electa, 2013"Un giardino semplice", Einaudi, 2016
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci