Rosa Matteucci

archivio festivaletteratura

Rosa Matteucci, definita da Carlo Fruttero il più grande scrittore italiano contemporaneo, è nata a Orvieto e vive a Genova. Dopo un'infanzia che lei definisce dickensiana e aver fatto i più variopinti mestieri, da guida turistica abusiva a Orvieto, fino a dirigente al Quirinale, esordisce nel 1998 con "Lourdes", con il quale ha ottenuto il riconoscimento per l'opera prima del Premio Bagutta e del Premio Grinzane Cavour. Nel 2003 è apparso "Libera la Karenina che è in te", romanzo ambientato nell'Eritrea devastata dalla guerra dei nostri giorni, e nel 2006 "Cuore di mamma". Collabora come editorialista con "La Stampa" e "Corriere dell'Umbria". Scrive sceneggiature cinematografiche e ha partecipato come attrice ai film "Mi piace lavorare" di Francesca Comencini (2004) e "La tigre e la neve" di Roberto Benigni (2005).

Rosa Matteucci, described by Carlo Fruttero as the greatest contemporary Italian writer, was born in Orvieto and lives in Genoa. After what she defines as a Dickens-style childhood, and after working the most diverse jobs, ranging from illegal tour guide in Orvieto to leader at Quirinal, she made her debut in 1998 with "Lourdes", which gave her an award as first book by Bagutta Prize and Ginzane Cavour Prize. In 2003, she published "Libera la Karenina che è in te", a novel set in modern war-ravaged Eritrea, and in 2006 "Cuore di mamma".

"Lourdes", Adelphi, 1998
"Libera la Karenina che è in te", Adelphi, 2003
"Cuore di mamma", Adelphi, 2006
"India per signorine", Rizzoli, 2008
"Tutta mio padre", Bompiani, 2010
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci