Donatella Di Pietrantonio

archivio festivaletteratura
DONATELLA DI PIETRANTONIO AL FESTIVALETTERATURA 2014 - ©FESTIVALETTERATURA

Donatella Di Pietrantonio è nata e ha trascorso la propria infanzia ad Arsita, in provincia di Teramo. Scrive racconti, fiabe e poesie dall'età di nove anni, e quando non si dedica alla scrittura esercita la professione di dentista pediatrica a Penne (PE), dove vive insieme alla famiglia. Nel 2011 ha esordito con il romanzo "Mia madre è un fiume", la storia di un amore «andato storto da subito» tra un'anziana madre che inizia a perdere i propri ricordi e una figlia che la aiuta a ricostruire il suo passato. Il libro, come ha scritto la giornalista Leonetta Bentivoglio, «tocca corde di estrema intensità, senza compiacimenti né sentimentalismi, quasi con cattiveria» e ottiene un vasto successo di critica e lettori. All'opera prima segue nel 2014 "Bella mia", un racconto familiare ambientato nell'Aquila post-terremoto, in cui gli affetti perduti rispecchiano le ferite della città e la fatica di un nuovo inizio. Il fiabesco "L'Arminuta", pubblicato da Einaudi nel 2017, è il suo terzo romanzo. (foto: © Festivaletteratura)

Donatella Di Pietrantonio was born and spent her childhood in Arsita, near Teramo. She started writing stories, fairytales and poems at the age of nine; when she is not writing, she works as a dentist for children in Pelle (PE), where she lives with her family. In 2011 she made her debut with the very successful novel "Mia madre è un fiume", the story of a mother and a daughter and of a past of memories not to be forgotten. Her second novel, "Bella mia" (2014), takes place in L'Aquila after the earthquake of 2009.(photo: © Festivaletteratura)

"Mia madre è un fiume", Elliot, 2011"Bella mia", Elliot, 2014"L'Arminuta", Einaudi, 2017
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci