Pablo D'Ors

archivio festivaletteratura
Pablo D'Ors al Festivaletteratura 2011 - ©Festivaletteratura

«Di rado concepisco i miei libri a partire da una trama o da un personaggio; piuttosto, preferisco partire da mondi che sento l'esigenza di esplorare, perlopiù per urgenze legate alla mia biografia: il mondo del museo, per esempio, o il manicomio, o il vagabondaggio, o il deserto». Nato a Madrid nel 1963, Pablo d'Ors si forma a New York, Vienna, Praga e Roma. Nel 1991 viene ordinato sacerdote e nel '96 consegue un dottorato in Teologia. Il cammino e la meditazione hanno improntato larga parte della sua opera letteraria e della sua vita spirituale, portandolo a compiere il pellegrinaggio di Santiago de Compostela, ad attraversare il deserto del Sahara, a soggiornare sul monte Athos. Nel 2014, dopo aver conosciuto il gesuita Franz Jalics, allo scopo di promuovere la pratica della meditazione ha dato vita all'associazione Amigos del Desierto. Nello stesso anno papa Francesco lo ha nominato consultore del Pontificio Consiglio della Cultura. Debutta come scrittore nel 2000 con la raccolta di racconti "El estreno", molto apprezzata dalla critica, e con "Las ideas puras", romanzo finalista al Premio Herralde. "Avventure dello stampatore Zollinger" (2010) è stato il suo primo libro tradotto in italiano e ha ispirato l'omonimo spettacolo teatrale di Matteo Codignola e Roberto Abbiati. In Italia sono usciti anche "Il debutto" (2012), "Biografia del silenzio" (2014), "L'amico del deserto" (2015), "Sendino muore" (2015) e "L'oblio di sé" (2016), biografia in forma di diario del beato Charles de Foucauld.(foto: © Festivaletteratura)

«I seldom conceive my books from a plot or character; rather, I prefer to start from worlds that I feel the need to explore, mostly for urgencies related to my biography: the world of the museum, for example, or the asylum, or wandering, or the desert». Born in Madrid in 1963, Pablo D'Ors studied in New York, Vienna, Prague and Rome. In 1991, he was ordained as a priest and he received a doctorate in Theology in 1996. The journey and meditation have marked much of his literary work and his spiritual life, leading him to make the pilgrimage to Santiago de Compostela, to cross the Sahara Desert and to stay on Mount Athos. In 2014, after meeting the Jesuit Franz Jalics, he founded the Amigos del Desierto foundation with the aim of promoting the practice of meditation. In the same year, Pope Francis made him a consultant of the Pontifical Council for Culture. He debuted as a writer in 2000 with the short story collection "El estreno", much appreciated by critics, and "Las ideas puras," a novel which was a finalist for the Herralde Prize. "Avventure dello stampatore Zollinger" (2010) was his first book translated into Italian and it was the inspiration for the play of the same name by Matteo Codignola and Roberto Abbiati. Some of his other works released in Italy are "Il debutto" (2012), "Biografia del silenzio" (2014), "L'amico del deserto" (2015), "Sendino muore" (2015) and "L'oblio di sé" (2016), a epistolary biography on blessed Charles de Foucauld.(photo: © Festivaletteratura)

"Avventure dello stampatore Zollinger", Quodlibet, 2010"Il debutto", Aìsara, 2012"Biografia del silenzio", Vita e Pensiero, 2014"L'amico del deserto", Quodlibet, 2015"Sendino muore", Vita e Pensiero, 2015 "L'oblio di sé", Vita e Pensiero, 2016
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci