Oliver Rohe

archivio festivaletteratura
Olivier Rohe al Festivaletteratura 2014 - © Festivaletteratura

Voce di spicco della narrativa francofona contemporanea, Oliver Rohe (Beirut, 1972) è autore di tre romanzi molto apprezzati dal pubblico e dalla critica d'Oltralpe: i primi due, "Défaut d'origine" e "Terrain vague", vengono pubblicati nel 2003 e nel 2005 da Allia; il terzo ("Un peuple en petit"), che si sviluppa come una narrazione corale a partire dai vissuti dei tre protagonisti, esce nel 2009 per Gallimard. Alla scrittura creativa affianca l'attività di critico e giornalista, in particolare come co-fondatore della casa editrice e della rivista letteraria "Inculte", che annovera tra le sue firme romanzieri e pensatori come François Bégaudeau, Mathieu Larnaudie, Arno Bertina, Mathias Enard, e altri esponenti dell'ultima generazione di intellettuali francesi. Ha al suo attivo anche un saggio su David Bowie (Nous autres") e un reportage sui conflitti sociali della Francia contemporanea ("Une année en France"), scritto insieme ai colleghi Bégaudeau e Bertina. Suoi articoli sono apparsi su periodici culturali quali "Nouvelle Revue française", "Revue Etudes", "Pensée de Midi", "Revue Feuilleton", ecc.; collabora inoltre alla programmazione radiofonica di France Culture. Con "La mia ultima invenzione è una trappola per talpe" ha regalato ai lettori una biografia romanzata di Michail Kalashnikov, creatore del fucile d'assalto che più di ogni altro è rimasto impresso nella cultura di massa del Novecento.

English version not available

"Défaut d'origine", Allia, 2003
"Terrain vague", Allia, 2005
"Nous autres. David Bowie", Naïve Lettres, 2005
"Une année en France", con François Bégaudeau e Arno Bertina, Gallimard, 2007
"Un peuple en petit", Gallimard, 2009
"La mia ultima invenzione è una trappola per talpe", ADD Editore, 2013
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci