David Wagner

archivio festivaletteratura
David Wagner al Festivaletteratura 2014 - © Festivaletteratura

David Wagner nasce ad Andernach nel 1971. Fin dall'infanzia soffre di una malattia che lo costringe a subire un trapianto di fegato, esperienza che racconta nel 2013 nel libro "Il corpo della vita". Studia Letteratura e Storia dell'Arte a Bonn, Berlino e Parigi, trascorre diversi soggiorni all'estero e scrive articoli per il giornale "Berliner Zeitung" e per i settimanali "Frankfurter Allgemeine Zeitung" e "Die Zeit". La voce di Wagner è tra le più interessanti della giovane generazione di autori tedeschi e le sperimentazioni linguistiche e formali della sua prosa lo rendono un narratore restio a ogni tentativo di classificazione. Il suo stile si distingue per la qualità associativa ed episodica del racconto e per la bravura nelle descrizioni, con una lingua precisa, distaccata, e nello stesso tempo laconica, sobria ed intelligente: ne sono esempio alcune passeggiate letterarie sulla vita berlinese e sulla storia della città, come pure le osservazioni melanconiche dei prodotti di un supermercato e dei loro consumatori al centro del romanzo "Vier Äpfel"; e ancora, il libro di frammenti "Spricht das Kind", in cui l'autore osserva la figlia e si ricorda della propria infanzia, con forti rimandi a opere come "Infanzia berlinese intorno al millenovecento" di Benjamin. Diversi suoi racconti sono usciti per la casa editrice indipendente e alternativa "SuKuLTUR", i cui volumi vengono venduti a un euro nelle stazioni della metropolitana. Nel 2014 ha vinto il professorato Friedrich Dürrenmatt per la letteratura mondiale all'Università di Berna.

English version not available

"Il corpo della vita", Fazi, 2014
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci