Mario Desiati

archivio festivaletteratura
Mario Desiati al Festivaletteratura 2014 - ©Festivaletteratura

Mario Desiati è vissuto e cresciuto a Martina Franca, in provincia di Taranto. Trasferitosi a Roma, inizia a collaborare con la rivista "Nuovi Argomenti" e a lavorare presso le case editrici Arnoldo Mondadori e Fandango Libri. Nel 2003 esce il suo primo romanzo, "Neppure quando è notte". Nel 2004 pubblica la raccolta di versi "Le luci gialle della contraerea". Il suo impegno in campo poetico è testimoniato anche da diverse curatele, in particolare dell'antologia "Nuovissima Poesia Italiana". Con il suo secondo romanzo, "Vita precaria e amore eterno" (2006), vince il Premio per l'impegno civile 'Paolo Volponi'. Nel 2008 esce "Il paese delle spose infelici", da cui è stato tratto l'omonimo film per la regia di Pippo Mezzapesa. Con "Ternitti", ambientato negli anni Settanta del Novecento, racconta l'emigrazione pugliese in Svizzera e i tragici destini delle vittime dell'amianto, firmando la sua opera romanzesca più conosciuta, finalista al Premio Strega 2011 e tradotta in più lingue. "Il libro dell'amore proibito" è la storia del tragico innamoramento tra un giovane quattordicenne e la sua insegnante, «l'affresco - come ha scritto Roberto Cotroneo - di un modo di perdere la giovinezza senza riuscire, mai e poi mai, a conquistare l'età adulta». Nel 2014 esce "Un mare di zucchero".

English version not available

"Neppure quando è notte", Pequod, 2003
"Le luci gialle della contraerea", LietoColle, 2004
"Vita precaria e amore eterno", Mondadori, 2007 (2013)
"Il paese delle spose infelici", Mondadori, 2008 (2010)
"Foto di classe. U uagnon se n'asciot", Laterza, 2009
"Amour fou", con Marina Sagona, Italic, 2011
"Ternitti", Mondadori, 2012
"Il libro dell'amore proibito", Mondadori, 2013
"Mare di zucchero", Mondadori, 2014
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci