Lorenza Zambon

archivio festivaletteratura
Lorenza Zambon al Festivaletteratura 2015 - ©Festivaletteratura

Attiva nel mondo del teatro dai primi anni Ottanta del Novecento, Lorenza Zambon si unisce alla società di produzione e promozione teatrale Casa degli alfieri, dopo essersi formata alla scuola del Teatro Popolare di Ricerca, fondata a Padova da Lorenzo Rizzato. Da allora condivide un lungo percorso artistico che ha portato a realizzazioni teatrali quali "Galileo", "Van Gogh", "Creature" di Luciano Nattino (assieme ad Antonio Catalano), "Il valzer del caso" di Victor Haim e "Giorni felici" di Samuel Beckett, in cui è protagonista, come pure i fortunati duetti "La barca" di Gerard Gelas (con Alessandro Haber) e "Maudie e Jane" di Luciano Nattino (a fianco a Judith Malina del Living Theatre). Dal 1999 inizia una personale ricerca sulla relazione fra la specie umana e il suo ambiente, che dà origine a una serie di spettacoli teatrali, tra i quali: "Trilogia della natura", "Lezioni di giardinaggio planetario", "Il giardino segreto", "Sillabario della natura", "Sylva. Variazioni sulla foresta" e "Il giardino sacro". L'originale approccio dell'autrice si concretizza anche nella realizzazione di numerosi laboratori su tutto il territorio nazionale e, dal 2001, nell'ideazione di 'Naturalmente arte', il primo festival teatrale italiano dedicato al rapporto fra arte e natura.(foto: Festivaletteratura)

She has been working in theatre since the early 1980s. She joined the association for the production and theatre promotion Casa degli Alfieri, after training at Scuola del Teatro Popolare di Ricerca, founded in Padua by Lorenzo Rizzato. Since then she produced play such as "Galileo", "Van Gogh", "Creature" di Luciano Nattino (together with Antonio Catalano), "Il valzer del caso" by Victor Haim and "Giorni felici" by Samuel Beckett and the successful "La barca" by Gerard Gelas (with Alessandro Haber) and "Maudie e Jane" by Luciano Nattino (together with Judith Malina from Living Theatre).Since 1999 she started some personal research on the relation between humankind and its environment, originating interesting performances such as "Trilogia della natura", "Lezioni di giardinaggio planetario", "Il giardino segreto", "Sillabario della natura", "Sylva. Variazioni sulla foresta" and "Il giardino sacro". She also inspired the first theatre festival devoted to the relation between art and nature.

"Teatro e natura. Naturalmente arte, vivere i parchi con gli occhi e con il cuore", a cura di Tomaso Colombo e Lorenza Zambon, Marco Valerio, 2011"Lezioni di giardinaggio planetario", Ponte alle Grazie, 2014
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci