Elena Chiti

archivio festivaletteratura
Elena Chiti al Festivaletteratura 2014 - ©Festivaletteratura

Elena Chiti è postdoctoral fellow presso la University of Oslo e insegna presso la Scuola Superiore Mediatori Linguistici di Vicenza. Dottore di ricerca presso lo IREMAM/Aix-Marseille Université, dove ha discusso una tesi sugli ambienti letterari e le produzioni multilinguistiche di Alessandria durante la colonizzazione britannica, è studiosa di storia culturale del Medio Oriente e traduttrice editoriale dall'arabo e dal francese all'italiano. Ha tradotto romanzi di Nagib Mahfouz e Samar Yazbek e opere poetiche di Dunya Mikhail e Faraj Bayrakdar. Le sue traduzioni delle raccolte "La guerra lavora duro" di Dunya Mikhail e "Il luogo stretto" di Faraj Bayrakdar sono state segnalate al Premio di traduzione poetica Achille Marazza, rispettivamente nel 2012 e nel 2017. Attualmente svolge ricerche sul campo letterario e sulla crime fiction dell'Egitto contemporaneo.(foto: autore)

Elena Chiti is a postdoctoral fellow at the University of Oslo and teaches at the Scuola Superiore Mediatori Linguistici in Vicenza. With PhD from the IREMAM/Aix-Marseille Université, where she wrote a thesis on literary environments and multilingual productions in Alexandria when under British rule, she is an expert on Middle Eastern cultural history, and a literary translator working from Arabic to French and Italian . She has translated novels by Nagib Mahfouz and Samar Yazbek and poetry by Dunya Mikhail and Faraj Bayrakdara. Her translation of the collection "La guerra lavora duro" by Dunya Mikhail in 2012 was highlighted by the Achille Marazza Poetry Translation Prize. She is currently carrying out research on literary and crime fiction in contemporary Egypt.(photo: author)

Non disponibile
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci