Luigi Guarnieri

archivio festivaletteratura
Luigi Guarnieri al Festivaletteratura 2015 - ©Festivaletteratura

Nato a Catanzaro nel 1962, vive e lavora a Roma. Ha studiato Lettere classiche a Pisa e si è diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. La predilezione per le biografie storiche e per le vite di personaggi realmente esistiti caratterizza la sua opera narrativa già a partire da "L'atlante criminale" (2000), testo dedicato al discusso padre dell'antropologia criminale Cesare Lombroso che gli vale il Premio Bagutta Opera Prima. All'esperienza coloniale in Africa si rifà invece "Tenebre sul Congo" (2001), intrecciando la biografia di Joseph Conrad a quella di altri esploratori e avventurieri, mentre la vicenda del celebre falsario olandese Han van Meegeren è il motivo ispiratore de "La doppia vita di Vermeer", Premio Selezione Campiello. Seguono "La sposa ebrea" (2006), "I sentieri del cielo" (2008) e "Una strana storia d'amore"(2010) fino al recente "Il sosia di Hitler" (2014), opera che nelle parole dell'autore ha ancora una volta per tema la Storia, «l'impatto devastante che questo meccanismo - opaco, diabolico e infernale - può avere sulla vita di ognuno di noi; così come nel romanzo lo ha sull'incolpevole 'sosia' di Hitler, il geniale musicista incompreso Mario Schatten».

English version not available

"L'Atlante criminale. Vita scriteriata di Cesare Lombroso", Mondadori, 2000 (Rizzoli, 2007)"Tenebre sul Congo", Mondadori, 2001"Blu notte", con Melania G. Mazzucco, RAI-ERI, 2001"Una breve follia", Quiritta, 2003"La doppia vita di Vermeer", Mondadori, 2004 (2012)"La sposa ebrea", Rizzoli, 2006"I sentieri del cielo", Rizzoli, 2008"Una strana storia d'amore", Rizzoli, 2010"Il sosia di Hitler", Mondadori, 2014
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci