Davide Carnevali

archivio festivaletteratura
Davide Carnevali al Festivaletteratura 2016 - ©Festivaletteratura

Davide Carnevali, classe 1981, è un drammaturgo italiano. Considerato oggi una delle voci più interessanti del teatro europeo, nel 2003 muove i primi passi nel mondo del palcoscenico grazie a una collaborazione come assistente drammaturgo di Laura Curino e Gabriele Vacis al monologo "Il conte Aigor" (trasmesso in TV su "Report"). Lasciata la città natale per un dottorato in Teoria del teatro presso l'Universitat Autònoma di Barcellona e periodi di ricerca a Berlino, è all'estero che riesce a far pubblicare i suoi testi e a portarli sul palcoscenico. Nei primi anni Duemila lavora nel teatro alternativo milanese e guadagna una notorietà internazionale dopo la messa in scena, nel 2009, del suo "Variazioni sul modello di Kraepelin", premiato al Riccione Teatro, al Theatertreffen di Berlino e al Journées de Lyon des Auteurs de Théâtre. Due delle sue opere sono state adattata in forma di radiodramma per la Deutschlandradio Kultur. Il giovane autore si concentra principalmente sulla narrazione non lineare, sulla memoria, l'emigrazione, la comunicazione fra le culture e la società contemporanea. Crede fortemente nell'importanza del teatro: «siamo noi a dover riportare il teatro al centro del dibattito sociale e politico. La drammaturgia, attraverso la sperimentazione di nuove strutture formali, presenta forme di lettura della realtà non univoche» ("Doppiozero", 28 novembre 2013). Oltre che in Italia e Germania, le sue opere sono state rappresentate in Francia, Spagna, Argentina, Estonia e Romania.

English version not available

"Saccarina", in "New writing Italia. Dieci pezzi non facili di teatro", a cura di Rodolfo di Giammarco e Martina Melandri, Editoria & Spettacolo, 2009
"Sweet Home Europa", Cue Press, 2015
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci