Linda Dalisi

archivio festivaletteratura

Nata a Napoli, dopo la scuola si iscrive all'Università di Napoli per studiare Chimica. Il grande amore e fascino per il teatro la porta però a Bologna nel 1999, dove fa la volontaria presso il Teatro di Leo de Bernardinis. Formatasi come drammaturga teatrale, dal 2002 collabora come aiuto regia con vari artisti, tra i quali Pierpaolo Sepe, Renato Carpentieri, Michelangelo Dalisi, Antonio Calone. Nota è la sua collaborazione a "Per Amleto" per la regia di Michelangelo Dalisi (vincitore del Premio DanteCappelletti 2006) e quella a tre edizioni del progetto "Museum" di Renato Carpentieri. Nel 2007 comincia a scrivere per la rivista "Hystrio". È all'opera come drammaturga presso il Nuovo Teatro Nuovo di Napoli nella stagione 2010-11, dopodiché inizia a dirigere un laboratorio per non-attori provenienti da vari paesi del mondo. Autrice di saggi e testi teatrali, è apprezzata per l'essenzialità della scrittura di pièce originali e adattamenti. Ha adattato il romanzo "Opinioni di un clown" di Heinrich Böll trasformandolo in "Misfit like a clown"; inoltre ha ripreso in mano insieme ad Antonio Latella "Lacreme napuletane", famosa pièce teatrale napoletana, trasformandola in "C'è del pianto in queste lacrime". Al Premio 'Nuove Sensibilità' 2008 riceve una menzione speciale per "Più leggero di un sughero", da lei scritto e messo in scena. È socia e fondatrice della Compagnia stabilemobile Antonio Latella e collabora con i maggiori teatri nazionali ed internazionali.

English version not available

"I fratelli dell'infinito", a cura di Linda Dalisi, L'isola dei ragazzi, 2004
"Messa in scena della mafia. Cani di bancata: il metodo maieutico di Emma Dante", Dante&Descartes, 2009
"Poi piovve la città", a cura di Linda Dalisi, Pungitopo, 2013
archivio festivaletteratura
Il patrimonio dell'archivio è in fase di catalogazione, non tutto è disponibile sul sito. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci