undefined

Storia e storie del Bund

67

Il popolo ebraico, da due millenni in attesa messianica, desidera da sempre realizzare in Terra le promesse di giustizia e libertà battendo sul tempo il Redentore. L'utopia, per secoli biblica, di una Terra libera, giusta e affratellata, trova nei grandi rivoluzionari del secolo scorso una nuova spinta, apparentemente contraria, ossia laica, ma a ben guardare uguale: il sogno di un mondo migliore e il lavoro quotidiano per realizzarlo. Musica e parole si intrecciano, raccontando la nascita del Bund, movimento ebraico di ispirazione socialista, il suo Giuramento, e il suo slancio rivoluzionario. Le due grandi rivolte nei ghetti di Vilna e di Varsavia costituiscono un tragico epilogo per la storia del Bund, annientata dalla Shoah, la quale però – come in una antica parabola chassidica – sopravvive fintanto che viene narrata. A questo viaggio tra testi e musiche si aggiungono le parole competenti e profonde di Wlodek Goldkorn, che alla storia del Bund ha dedicato studi e ricerche.

Con Miriam Camerini voce, Angelo Baselli clarinetto, Gianluca Casadei fisarmonica, Eva Feudo violoncello e chitarra.

1Luoghi collegati