Bettetini, Maria

Persona

Laureata in Filosofia, alterna gli studi filosofici alla pratica musicale e in particolare al pianoforte. Prima della laurea vince una borsa di studio all'Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa e vive per due anni in Sicilia. Tornata a Milano, si laurea e vince il concorso per l'ammissione all'Istituto per la Formazione al Giornalismo dell'Ordine dei Giornalisti, che frequenta per un anno collaborando a diversi quotidiani e mensili. Nel 1989 si lascia tentare da un dottorato in filosofia e, pur mantenendo alcune collaborazioni giornalistiche, inizia a lavorare alle opere di Agostino d'Ippona, pubblicando dal 1992 numerose traduzioni con commento. Del 1994 è il saggio "La misura delle cose", degli anni successivi saggi e articoli pubblicati in Italia, in Germania, in Francia, in Spagna. Il dottorato la porta a studiare a Oxford, Parigi e Monaco di Baviera, a lavorare sul Medioevo e sul Neoplatonismo senza perdere di vista il contemporaneo, collaborando dal 1993 al 1998 con la rivista "Virtual". Nel 1996 vince un posto di ricercatore di filosofia morale all'Università Ca' Foscari di Venezia, dove nel 1999 riceve la cattedra di Storia della filosofia medievale.

Graduated in Philosophy, she alternates the philosophical studies to the music, in particular playing the piano. Before graduating, she was awarded a scholarship by the Istituto Nazionale del Dramma Antico in Syracuse and lived for two years in Sicily. Back in Milan, she got her degree and won a competition to enter the Istituto per la Formazione al Giornalismo dell'Ordine dei Giornalisti. She attended it for a year, collaborating with several newspapers and monthly magazines. In 1989 she started a PhD in Philosophy, while continuing to write as a journalist. Then she started working on Agostino d'Ippona's writings and, since 1992, she has published many commented translations on that subject. In 1994 she wrote the essay "La misura delle cose" and in the following years she published several essays and articles in Italy, Germany, France and Spain. For her PhD she studied in Oxford, Paris and Munich, focusing on the MiddleAges and Neoplatonism though never losing sight of the contemporary. Between 1993 and 1998 she worked for the "Virtual" magazine. In 1996 she began working as a researcher in Moral Philosophy at Ca' Foscari University in Venice, where she was nominated professor of History of Medieval Philosophy in 1999.

Bibliografia

"La misura delle cose", Rusconi, 1994
"Breve storia della bugia. Da Ulisse a Pinocchio", Cortina Raffaello, 2001
"Figure di verità. La finzione nel Medioevo occidentale", Einaudi, 2004