Palazzo Ducale, Sala degli Arcieri

Piazza Sordello, 40, Mantova

Palazzo Ducale, dimora dei signori di Mantova, è un monumentale complesso situato tra Piazza Sordello e la riva del Lago Inferiore. La «reggia» mantovana è tra le più vaste al mondo, estendendosi su una superficie di circa 34.000 mq. Fu costruita tra il XIII e il XVII secolo e rappresenta quindi, per la sua discontinuità stilistica, ma anche per la sua armonia complessiva, un'autentica particolarità architettonica. Hanno contribuito alla realizzazione i più grandi artisti di ciascun periodo: Bartolino da Novara, Antonio Pisano (il Pisanello), Andrea Mantegna e Giulio Romano. La Sala degli Arcieri è un vasto e fastoso salone che fungeva da anticamera all'appartamento privato di Vincenzo Gonzaga. L'appartamento ducale, opera di Antonio Maria Viani, venne ricavato da una massiccia ristrutturazione della Domus Nova fancelliana. Il soffitto, un cielo inquadrato e impreziosito dagli stucchi del Viani, è sostenuto da mensoloni parietali ornati con figure mostruose. Nel registro superiore si trova un fregio decorativo a fresco di tendaggi svolazzanti che lasciano intravedere zoccoli e zampe di cavalli in pose varie. Fra i preziosi dipinti che vi sono stati collocati spicca la grande pala di Peter Paul Rubens con "La famiglia Gonzaga in adorazione della Trinità" (1605), commissionata per la chiesa gesuitica della Santissima Trinità, manomessa e tagliata in epoca napoleonica. Si può ammirare anche la grande lunetta con "La moltiplicazione dei pani e dei pesci" dipinta da Domenico Fetti per il refettorio del convento di S.Orsola. Il salone ospitava il corpo di guardia ducale e da questo deriva il suo nome.
Palazzo Ducale, i.e the Duke of Mantua's abode is a munumntal cimplex located between Sordello Square and the Lago Infereriore. It could be mentioned as one of widest adobes all over the world (it is almost 34,000 sqare metres wide). It was built between the 13th and the 18th century, thus being, because of its stylistic discontinuity but also of its armony almost a uniqueness in architecture. The greatest artist from each hisrorical period took part to its decoration:Bartolino da Novara, Antonio Pisano (known as "il Pisanello"), Andrea Mantegna and Giulio Romano. This grand regal hall leads into the Vincenzo I Gonzaga's private apartments. The ducal apartment resulted from a massive renovation of Luca Fancelli's Domus Nova. The celing, a square rapresentattion of the sky made more precious wirh the stuccos by Antonio Maria Viani, is held trhrough very big wall brackets decorated with monstrous figures.In the first register above one finds a decorative freize rapresenting fluttering curteinds which let you see horses' hoofs in different positions.One of the most remarkable pieces of art you'll find in this hall is "La Famiglia Gonzaga in Adorazione della Trinità" (The Gonzaga Family In Worship of Trinity) By P.P. Rubens (1605) that was panted for the Gesuithic Church of the Holy Trinity, afterwards damaged and cut during thr Napoleonic Age One can also admdire the big lunetta representing "La Moltiplicazione dei Pani e dei Pesci" (the Multiplicationof Bread and Fish) that was painted by Domenico Fetti for the dining hall of S.Orsola's cloister.It has been named after the Duke's personal guard that was hosted there.

Sito del Palazzo Ducale - Castello di San Giorgio:
http://www.mantovaducale.beniculturali.it

Luoghi correlati