Palazzo D'Arco, Sala dello Zodiaco

Piazza Carlo D'Arco, 4, Mantova

Il Palazzo d'Arco, dimora settecentesca dei conti d'Arco, fu commissionata al veronese Antonio Colonna e costruita a partire dal 1784. La facciata, imponente, è neoclassica, di palladiana memoria. Il palazzo si compone di tre corpi di fabbrica disposti attorno ad un cortile a emiciclo chiuso da un'esedra. Oltre l'esedra si apre un bellissimo ed ampio giardino con alcuni corpi di costruzione rinascimentale. Questa parte era proprietà dei marchesi Dalla Valle e venne acquista nel 1872 dalla famiglia d'Arco. 
La Fondazione d'Arco sovrintende attualmente il Palazzo e il relativo museo, mantenendone l'aspetto sette-ottocentesco di dimora patrizia. Il museo vanta una pinacoteca di notevole valore. Diverse sono le collezioni (come la collezione di strumenti scientifici o quella di strumenti musicali) e oltre 6000 i volumi della biblioteca. Gli arredi sono stati mantenuti nella collocazione che avevano ai tempi dell'ultima discendente. Al primo piano del superstite Palazzo Dalla Valle, corpo di fabbrica quattrocentesco annesso alle proprietà d'Arco nel 1872, si trova la Sala dello Zodiaco. L'ambiente, di forma rettangolare, è interamente affrescato sulla falsariga della mantegnesca Camera degli Sposi: all'interno di una falsa architettura di un loggiato, infatti, sono rappresentati i segni zodiacali. Ogni finta arcata è dedicata ad un segno, che si staglia sopra le nuvole. A fianco è raffigurato un personaggio nell'atto di collocare il segno in cielo. Sopra le arcate corre un fregio che illustra sedici scene mitologiche, tratte per lo più dalle "Metamorfosi" di Ovidio. Giovanni Fiocco attribuisce l'opera a Giovanni Maria Falconetto e la data al 1520 circa.
English version not available

Sito del Museo di Palazzo D'Arco:
http://www.museodarcomantova.it

Luoghi correlati