08/09/2005

SE LA STORIA SI CHIAMA TERESA


2005_09_08_022

Fare filtrare la Storia con la S maiuscola nella storia quotidiana della gente, fare entrare grandi e spesso terribili avvenimenti nel corridoio di casa. È questo l'elemento comune che lega i personaggi di molti libri di Lia Levi nella sua produzione per ragazzi e per adulti: "Fontane e bugie", "Il mondo è cominciato da un pezzo", solo per ricordare i titoli più recenti. Seguiamone il filo attraverso un'intervista di Vichi De Marchi all'autrice.


English version not available

Italiano

I bambini presenti alla Cappella del palazzo del Mago hanno assistito all'intervista che la scrittrice Lia Levi ha rilasciato a Vichi de Marchi. Nel colloquio affrontato, l'autrice ha raccontato la sua infanzia travagliata di bambina ebrea perseguitata dalle leggi razziali. Nello stesso tempo, ha avuto anche il tempo di rispondere alle domande che i bambini le ponevano, domande che riunivano tutte le curiosità sorte dalla lettura dei suoi libri. Incontri come questo devono essere presi a modello: le grandi tematiche storiche, come in questo caso la persecuzione degli ebrei, devono essere spiegate anche ai più piccoli, perchè un personaggio come Lia Levi è in grado di trovare le parole adatte alla loro sensibilità.

1Luoghi collegati