Fuksas, Massimiliano

Persona

Massimiliano Fuksas, di origini lituane, si è laureato in architettura all'Università La Sapienza. Nel 1977 crea il suo studio romano, cui seguono nel 1989 e nel 1993 i suoi studi di Parigi e di Vienna. Dal 1994 al 1997 è membro delle commissioni urbanistiche di Berlino e di Salisburgo. Nel 1998 gli viene conferito il premio alla carriera Vitruvio International a la Trayectoria a Buenos Aires. Dal 1998 al 2000 è direttore della VII Biennale Internazionale di Architettura di Venezia "Less Aesthetics, More Ethichs", Nel 2002 è insignito dell'Honorary Fellowship dell'AIA (American Institute of Architects). Nel 1999 riceve il Grand Prix d'Architecture française e l'anno successivo viene nominato Accademico Nazionale di San Luca ed insignito Commandeur de l'Orde des Arts et des Lettres de la République française. Da gennaio 2000 cura la rubrica di architettura del settimanale "L'Espresso" fondata da Bruno Zevi. La carriera accademica di Massimiliano Fuksas include l'insegnamento in numerose università, tra le quali la Staadtliche Akademie der Bildenden Kunste di Stoccarda, l'Ecole Spéciale d'Architecture di Parigi, l'Akademie der Bildenden Kunste di Vienna, la Columbia University di New York e la Sapienza di Roma.

English version not available

Bibliografia

"La scuola materna di Tarquinia", Carte segrete, 1983
"Da una casa... a un'altra ed altre storie di architettura dal 1983 al 1986", Carte segrete, 1986
"One.zero architectures", Mondadori, 1997
"Caos sublime", Rizzoli, 2001
"Architettura, progetti, città", HSL Armonia, 2003
"La nuova fiera di Milano", Motta Federico, 2005