Luzi, Mario

Persona

Nato da genitori originari della zona dell'Amiata, trascorre l'infanzia a Castello, allora frazione del comune di Sesto Fiorentino, frequentando i primi cicli di scuola. In seguito, si trasferisce a Siena dove rimane per tre anni e nel 1929 ritorna nella sua città natale e a Firenze compie gli studi presso il liceo classico Galileo. Sempre a Firenze si laurea in letteratura francese con una tesi su Francois Mauriac. Sono questi anni importanti per l'esordio poetico del giovane Luzi che, a Firenze, stringe amicizie con i giovani impegnati della cultura ermetica, come Piero Bigongiari, Alessandro Parronchi, Carlo Bo, Leone Traverso, nonché l'importante e instancabile critico Oreste Macrì. Collabora alle riviste d'avanguardia come "Frontespizio", "Campo di Marte", "Paragone" e "Letteratura". Esce nel 1935 la sua prima raccolta poetica "La barca". Nel 1938 inizia l'insegnamento alle scuole superiori che lo porterà a Parma, a San Miniato e infine a Roma dove lavorerà alla Sovrintendenza bibliografica. Pubblica nel 1940 "Avvento notturno". Nel 1945 ritorna a Firenze e in questa città insegna al liceo scientifico. Sono di questo periodo alcune importanti raccolte poetiche: nel 1946 "Un brindisi" e "Quaderno gotico", nel n. 1 di "Inventario", nel 1952 "Onore del vero", "Principe del deserto" e "Studio su Mallarmé". Nel 1955 gli viene assegnata la cattedra di letteratura francese alla Facoltà di Scienze Politiche di Firenze. Nel 1963 pubblica "Nel magma", nel 1965 "Dal fondo delle campagne" e nel 1971 "Su fondamenti invisibili" ai quali fa seguito "Al fuoco della controversia" nel 1978, "Semiserie" nel 1979, "Reportage", un poemetto seguito dal "Taccuino di viaggio in Cina" nel 1985 e nello stesso anno "Per il battesimo dei nostri frammenti". Nel 1978, per l'opera "Al fuoco della controversia", gli è stato assegnato il Premio Viareggio. Il 1983 vede la pubblicazione de "La cordigliera delle Ande e altri versi tradotti". È inoltre autore di importanti saggi e curatore di numerose antologie (tra cui "L'idea simbolista"). Il 14 ottobre 2004, in occasione del suo novantesimo compleanno è stato nominato Senatore a vita dal Presidente Carlo Azeglio Ciampi. Si spegne a Firenze pochi mesi dopo, il 28 febbraio 2005. Ai funerali solenni, il 2 marzo dello stesso anno, ha partecipato il Presidente Ciampi. Alla memoria di Luzi è stata posta una lapide nella celeberrima basilica di Santa Croce di Firenze, tra le spoglie dei grandi della storia tra i quali Michelangelo Buonarroti, Vittorio Alfieri, Galileo Galilei e il cenotafio di Dante Alighieri.

Born in Castello, in the outskirts of Florence, Mario Luzi is considered one of the best poets of our century and the most eminent representative of the third generation of Italian poets that includes Bertolucci, Bigongiari, Caproni and Sereni. A poet, but also a short story writer and playwright, an essayist, and translator of many French, English and Spanish poets, Mario Luzi was a first rank intellectual figure. For many years he taught French literature in Florence, at the Faculty of Political Sciences. He started writing before World War II (his first collection of poems, La barca, was published in 1935), when he started to mingle with young poets of the hermetic school (Bigongiari, Parronchi, Bo) and to work for avant-garde magazines like "Frontespizio" and "Campo di Marte". This is the period, which lasted for more than a decade, in which Luzi's poetry was most hermetic, a style that he studied in detail in the following years. Such a rich and evolving work is based on an intense critical reflection which can be found in many collections of essays, particularly in "Vicissitudine e forma" in 1974, "Discorso naturale" in 1984 and "Naturalezza del poeta" in 1995. As for theatre, Mario Luzi wrote his most beautiful poems in "Libro di Ipazia" in 1978, and then studied the actor figure in "Hystrio" (1987). He died in 2005.

Bibliografia

"La barca", Guanda, 1935
"Avvento notturno", Vallecchi,1940
"La barca", seconda edizione modificata e accresciuta, Parenti, 1942
"Un brindisi", Sansoni, 1946
"Quaderno gotico", Vallecchi, 1947
"Primizie del deserto", Schwarz, Milano, 1952
"Onore del vero", Neri Pozza, 1957
"Il giusto della vita", Garzanti, 1960 (raccoglie tutte le precedenti opere)
"Nel magma", All'Insegna del Pesce d'Oro,1963
"Dal fondo delle campagne", Einaudi, 1965 (edizione definitiva 1969 accresciuta di una poesia)
"Nel magma", nuova edizione accresciuta, Garzanti, 1966
"Su fondamenti invisibili", Rizzoli, 1971
"Al fuoco della controversia", Garzanti, 1978
"Tutte le poesie", Garzanti, 1979, 2 voll. (vol. I: "Il giusto della vita"; vol. II: "Nell'opera del mondo", che raccoglie "Dal fondo delle campagne", "Nel magma", "Al fuoco della controversia")
"Reportage".Un poemetto seguito dal "Taccuino di viaggio in Cina", All'Insegna del Pesce d'Oro, 1984
"Per il battesimo dei nostri frammenti", Garzanti, 1985
"Tutte le poesie: Il giusto della vita; Nell'opera del mondo; Per il battesimo dei nostri frammenti", con un'appendice di testi inediti, Garzanti, 1988
"Frasi e incisi di un canto salutare", Garzanti, 1990
"Perse e brade, incisioni di E. Faraoni", con una nota di S. Verdino, Newton Compton, 1990
"Viaggio terrestre e celeste di Simone Martini", Garzanti, 1994
"Sia detto", in "Annuario della Fondazione Schlesinger"",1995, pp. 11-25
"Tutte le poesie", Garzanti, 1998, 2 voll.

Teatro
"Ipazia", All'Insegna del Pesce d'Oro, 1973
"Libro di Ipazia", introduzione di G. Pampaloni, con una nota di G. Quiriconi, Rizzoli, Milano 1978 (contiene "Ipazia" e "Il messaggero").
"Rosales", introduzione e note di G. Raboni, Rizzoli,1983
"Hystrio", con una nota di G. Quiriconi, Rizzoli, 1987
"Corale della città di Palermo per S. Rosalia", introduzione di S. Verdino, S. Marco dei Giustiniani, 1989
"Il Purgatorio. La notte lava la mente", presentazione di L. Baldacci, Costa & Nolan, 1990
"Io, Paola, la commediante", Garzanti, 1992
"Teatro", postfazione di G. Quiriconi, Garzanti, 1993 (raccoglie i testi precedenti)
"Pietra oscura", introduzione di S. Verdino, I Quaderni del Battello Ebbro, 1994
"Felicità turbate", Garzanti,1995
"Ceneri e ardori", Garzanti, 1997

Prosa
"Biografia a Ebe", Vallecchi, 1942
"Trame", Quaderni del Critone, 1963
"Trame", Rizzoli, 1982 (comprende i precedenti volumi)
"De quibus", Zanetti, 1991
"Toscanità", Zanetti,1993
"Mari e monti", Il ramo d'oro, 1997
"Taccuino di viaggio in India e altri inediti di Mario Luzi", a cura di R.Cardini, Polistampa, 1998
"Lettere 1933-84", con Carlo Betocchi, a cura di A.Panicali, Società Editrice Fiorentina, 2008

Saggistica
"L'opium chrétien", Guanda, 1938
"Un'illusione platonica e altri saggi", Edizioni di Rivoluzione, 1942
"L'inferno e il limbo", Marzocco, 1949
"Studio su Mallarmé", Sansoni, 1952 (ristampato con un'Avvertenza, Editoriale B.M. italiana,1987)
"Aspetti della generazione napoleonica e altri saggi di letteratura francese", Guanda, 1956 (con la ristampa di "L'opium chrétien").
"Lo stile di Constant", Il Saggiatore, 1962
"L'inferno e il limbo", Il Saggiatore, 1964 (nuova edizione accresciuta)
"Tutto in questione", Vallecchi, 1965
"Giovanni Pascoli", in AA.VV., "Storia della letteratura italiana", a cura di E. Cecchi e N. Sapegno, vol. VIII: "Dall'Ottocento al Novecento", Garzanti, 1968, pp. 731-811
"Un'illusione platonica ed altri saggi. Con un'appendice di nuovi saggi", Massimiliano Boni, 1972 (a cura di M. Boni)
M. Luzi - C. Cassola, "Poesia e romanzo", Rizzoli, 1973
"Vicissitudine e forma", Rizzoli, 1974
"Discorso naturale", Introduzione di F. Fortini, Nota bio-bibliografica di C. Fini e A. Serrao, Quaderni di Messapo, 1980
"Discorso naturale", Garzanti, Milano 1984 (edizione accresciuta)
"Scritti", a cura di G. Quiriconi, Arsenale, 1989 (scelta di saggi editi nei precedenti volumi e altri non raccolti)
"Cronache dell'altro mondo", a cura di S. Verdino, Marietti, 1989
"Le parole agoniche della poesia", con notizia di G. Garufi, Alfabetica, 1991
"Dante e Leopardi o della modernità", a cura di S. Verdino, Editori Riuniti, 1992
"La luce (dal Paradiso di Dante)", Galleria Pegaso, 1994
"Naturalezza del poeta. Saggi critici", a cura di G. Quiriconi, Garzanti, 1995
"Sperdute nel buio. 77 critiche cinematografiche", a cura di A.M. Murdocca, Blu cobalto, 1995 (Archinto, 1997)
"L'inferno e il limbo", SE, 1997
"Prima semina. Articoli e saggi critici (1933-46)", a cura di M. Zulberti, Mursia, 1999

Scritti d'arte
"Nuovamente venuto Rosai", Pananti, 1984, in 300 esemplari
"Venturino Venturi: moti e ricerche verso l'infinito", Pananti, 1991 "15 superfici bianche di Enrico Castellani", Zanussi Italia s.p.a., Tipografia Sartor, 1994
"Luzi critico d'arte", a cura di N. Micieli, LoGisma editore, 1997 (raccoglie gli scritti precedenti e molti scritti d'arte di Luzi, con contributi critici di A.Parronchi, M. Ciccuto, N. Micieli, T. Paloscia).

Antologie di poesia
"Poesie", Garzanti, 1974
"Il silenzio, la voce", Sansoni, 1984
"L'alta, la cupa fiamma. Poesie 1935-1985", a cura di M. Cucchi e G. Raboni, Rizzoli, 1990
"Siena e dintorni, poesie e prose a cura di C. Fini con un'intervista di R. Barzanti", Edizioni di barbablù, 1992 (ristampa ampliata e aggiornata, Coedizione, 1996)
"Cantami qualcosa pari alla vita", prefazione di D. Rondoni, introduzione di A. Gibellini, Nuova Compagnia Editrice, 1996
"Poesie", a cura di M. Santagostini, TEA, 1997
"57 poesie", Mondadori, 1997
"Autoritratto", a cura di Paolo A. Mettel e S. Verdino, Garzanti, 2007
"Lasciami, non trattenermi. Poesie ultime" Garzanti, 2009