White, Edmund

Persona

Edmund White è scrittore, critico letterario, commediografo e saggista. Nato a Cincinnati, Ohio, è cresciuto a Chicago e successivamente ha lavorato a New York come giornalista. Dopo aver inaugurato la sua carriera letteraria con "Forgetting Elena" (1973), White anima il Violet Quill, un circolo di scrittori gay newyorchesi che si riunisce per leggere e recensire i propri scritti. Il suo lavoro più famoso è forse "Un giovane americano", il primo volume di una trilogia narrativa autobiografica che è continuata con "E la bella stanza è vuota" e "La sinfonia dell'addio". La maggior parte dei suoi personaggi si muove nell'ambiente gay contemporaneo, anche se il suo lavoro più recente copre una gamma di tematiche più ampia. White è stato anche influente come critico letterario e culturale. Attualmente insegna scrittura narrativa alla Princeton University.

English version not available

Bibliografia

"Un giovane americano", Einaudi 1990 (Baldini & Castoldi, 2000)
"La sinfonia dell'addio", Baldini & Castoldi, 1991 (2000)
"E la bella stanza è vuota", Einaudi, 1992
"Stati del desiderio. Guida alle citta e agli uomini americani", Zoe, 1996 (1997)
"Ladro di stile", a cura di Nicolo Stabile e Maria Antonia Tamburello, Il Saggiatore, 1998 (NET, 2006)
"L'uomo sposato", Baldini & Castoldi, 2001
"Scorticato vivo. Racconti autobiografici", DeriveApprodi, 2002
"Il flâneur. Vagabondando tra i paradossi di Parigi", Guanda, 2005
"My lives", Playground, 2007
"Hotel de Dream", Playground, 2008
"La doppia vita di Rimbaud", Minimum fax, 2009
"Caos", Playground, 2009
"Ragazzo di città", Playground, 2010
"Ritratto di Marcel Proust", Lindau, 2010

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana