Vidal, Gore

Persona

Gore Vidal al Festivaletteratura 2001 - ©Festivaletteratura

Gore Vidal è nato nel 1925 a West Point. Il suo nome è un collage del nome della madre e del padre: rampollo di una grande famiglia del Sud, nipote del senatore Gore e avviato anche lui alla carriera politica, diventa prima un giovane ufficiale nella Seconda Guerra Mondiale. Romanziere precoce e coccolato dalla critica per il suo esordio, "Williwaw", si trasforma ben presto in portavoce dei gay e coscienza critica dell'impero, come ama definirlo Fernanda Pivano. Dopo lo scandalo della pubblicazione, nel 1947, di "The city and the the Pillar", un romanzo dichiaratamente omosessuale, Gore Vidal tenta la strada del teatro - scrivendo diverse pièce di successo - e poi quella del cinema, dove si cimenta sia come sceneggiatore che nelle vesti di attore. Parallelamente continua la carriera politica. Si candida al Senato e al Congresso e diventa un attivissimo commentatore politico. Eclettico e dissacrante, è anche autore di romanzi gialli con lo pseudonimo di Edgar Box e ha vinto nel 1993 il National Book Award con la sua raccolta di saggi "United States Essays 1952-1992". Ci ha lasciato nel luglio 2012.

English version not available

Bibliografia

"Alla ricerca del re", Garzanti, 1951
"Morte al volo", Sugar, 1962
"Washington D.C.", Rizzoli, 1968
"Myra Breckinridge", Bompiani, 1969
"Giuliano", Bompiani, 1969 (Fazi, 2003)
"Due sorelle", Bompiani, 1971
"Una nave che affonda", Bompiani, 1971
"Jim", Bompiani, 1972
"Il mondo di Watergate", Bompiani, 1974
"Burr", Bompiani, 1975
"Myron", Bompiani, 1976
"1876", Bompiani, 1977
"Le parole e i fatti", Bompiani, 1978
"Kalki", Bompiani, 1980
"Creazione", Garzanti, 1983 (Fazi, 2005)
"Duluth: tutta l'America in una città", Garzanti 1984
"Intrigo a Washington", Feltrinelli, 1988
"Lincoln", Bompiani, 1988
"Hollywood", Bompiani, 1990
"La fine dell'impero", Editori riuniti, 1992
"In diretta dal Golgota", Longanesi 1992
"Remotamente su questi schermi", Anabasi, 1993
"La statua di sale", Fazi, 1998
"Palinsesto", Fazi, 2000
"L'età dell'oro", Fazi, 2001
"La statua di sale", Fazi, 2001
"La fine della libertà. Verso un nuovo totalitarismo?", Fazi, 2001 (2004)
"Le menzogne dell'impero e altre tristi verità. Perché la junta petrolifera Cheney-Bush vuole la guerra con l'Iraq e altri saggi", Fazi, 2002
"Impero", Fazi, 2002
"Il canarino e la miniera. Saggi letterari (1956-2000)", Fazi, 2003
"Democrazia tradita. Discorso sullo stato dell'Unione 2004 e altri saggi", Fazi, 2004
"L'invenzione degli Stati Uniti. I padri: Washington, Adams, Jefferson", Fazi, 2005

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana