Shamsie , Kamila

Persona

Kamila Shamsie è nata in Pakistan nel 1973, ha studiato letteratura inglese negli Stati Uniti ed attualmente vive tra Londra e Karachi. Proviene da una famiglia in cui figurano famose scrittrici, come sua madre Muneeza Shamsie e sua nonna Begum Jahanara Habibullah. Il primo romanzo pubblicato risale al 1998, "In the City by the Sea", testo che, come "Kartografia", è stato finalista del premio John Llewelyn/Mail on Sunday. In Italia si è imposta all'attenzione di critica e pubblico grazie a "Sale e zafferano" e "Versi spezzati". Firma autorevole dell'Independent e del Guardian per le questioni relative al Pakistan, all'India e all'Afghanistan, nel 1999 ha ricevuto Prime Minister's Award for Literature (il premio letterario assegnato dal primo ministro pakistano), e nel 2004 il Patras Bokhari Award, attribuito dall'Accademia letteraria pakistana. "Ombre bruciate" è entrato in Gran Bretagna nella rosa dei finalisti del prestigioso Orange Prize for Fiction 2009.

English version not available

Bibliografia

"Sale e zafferano", Ponte alle grazie, 2000 (Tea, 2002)
"Kartografia", Ponte alle grazie, 2001
"Versi spezzati", Ponte alle grazie, 2005
"Ombre bruciate", Ponte alle grazie, 2010