Pozzati, Concetto

Persona

Nato a Vo' di Padova nel 1935, vive a Bologna. Pittore che parte dall'informale per recuperare l'immagine su influenze pop secondo un percorso autonomo, Pozzati ha fondato nel 1960 la scuola d'arte pubblicitaria dedicata al padre. Dal '55 partecipa alle principali manifestazioni internazionali, tra le quali: Biennali di Venezia del 1964, 1972, 1982; Biennale di San Paolo del Brasile nel 1963, di Tokio nel 1963; Pokumenta di Kassel nel 1964; Biennale di Parigi nel 1969. Ha tenuto proprie mostre antologiche a Palazzo della Pilotta, Parma nel 1968; Palazzo Grassi, Venezia nel 1974; Palazzo delle Esposizioni, Roma, nel 1976; Museo Forti, Verona, nel 1986; ai Musei di Bologna e Modena nel 1991. È ordinario della cattedra di pittura dell' Accademia di Bologna, dopo aver insegnato a Firenze e Venezia e aver diretto l'Accademia di Urbino. È stato assessore alla Cultura del Comune di Bologna dal 1993 al 1996. È accademico di San Luca. Nella sua lunga carriera ha avuto numerosi incarichi da Musei italiani e stranieri per allestire rassegne d'arte contemporanea, partecipando insieme a storici e critici a comitati scientifici. Nel 1998 è stato direttore artistico della Casa del Mantegna di Mantova.

Concetto Pozzati was born in Vo' (Padua) in 1935 and currently lives in Bologna. He is a painter who, following his personal style, started from non-objective art to arrive at pop art. In 1960, he founded an advertising school, which he dedicated to his father. Since 1955, he has taken part in the most important international events, among which: the Venice Biennial Exhibition in 1964, 1972 and in 1982; the Biennial Exhibition of Tokyo in 1963 and of Paris in 1969. He exhibited his works in Parma (Palazzo della Pilotta, 1968), Venice (Palazzo Grassi, 1974), Rome (Palazzo delle Esposizioni, 1976), Verona (Museo Forti, 1986), Bologna and Modena (1991). He lectured in the Universities of Florence and Venice, he was the head of the Academy of Urbino. From 1993 to 1996 he was a Councillor in Bologna. He was the organizer of art reviews in many museum both in Italy and abroad and he was also responsible for organising artistic events in Mantegna's house in Mantua.

Bibliografia

"La pera è la pera", Edizioni del cavallino, 1968
"Concetto Pozzati", Comune di Ferrara, 1976
"Dopo il tutto", De Foscherari e Meta, 1981
"Quasi tutto Licini. Parliamo di Mario Pozzati", L'inchiostroblu, 1982
"Disegnata. Percorsi del disegno italiano dal 1945 ad oggi", Essegi, 1987
"Concetto Pozzati: a che punto siamo coi fiori", Corraini, 1988
"I Pozzati: Mario, Sepo, Concetto", Electa, 1990
"Claudia Papi. Catalogo", con Fetz W. e Weiermair Peter, Essegi, 1990
"Svoltare l'angolo dell'impossibile paesaggio", Corraini, 1994
"Sentinelle dal becco avvelenato", Corraini, 1997
"Meglio sconfitti da Giovanni Bellini che da Jeff Koons", Corraini, 1997
"Appunti sparsi", Campanotto, 1999
"Improbabili cabaret" con C. Lucarelli, Maretti Editore, 2003