Lavagetto, Mario

Persona

Mario Lavagetto, parmigiano, allievo di Giacomo De Benedetti, ha insegnato Teoria della letteratura all'Università di Bologna. È tra i maggiori studiosi dei rapporti tra psicoanalisi e letteratura. Adopera infatti la psicoanalisi come metodo per indagare e smascherare il funzionamento dei testi letterari, dal "Canzoniere" di Umberto Saba - "La gallina di Saba" è il suo primo saggio uscito nel 1974 - ai romanzi di Italo Svevo, di cui egli ci ha recentemente dato l'opera omnia in tre Meridiani Mondadori da lui diretti. Nel 1997 ha vinto il premio Natalino Sapegno e il premio Cesare Musatti. Ha curato per la "Biblioteca dell'Orsa" una raccolta di opere narrative di Italo Svevo, "Zeno" (1987) e per la "Biblioteca della Pléiade", sempre di Svevo, i "Romanzi" (1993).

English version not available

Bibliografia

"La gallina di Saba", Giulio Einaudi 1974 (Einaudi, 1989)
"L'impiegato Schmitz e altri saggi su Svevo", Giulio Einaudi 1975, (Einaudi 1986)
"Quei più modesti romanzi", Garzanti, 1979
"Freud, la letteratura e altro", Giulio Einaudi 1985, (Einaudi 2001)
"Stanza 43. Un lapsus di Marcel Proust", Einaudi, 1991
"La cicatrice di Montaigne. Sulla bugia in letteratura", Einaudi 1992
"La macchina dell'errore", Einaudi 1996
"Palinsesti freudiani", Bollati Boringhieri, 1997
"Dovuto a Calvino", Bollati-Boringhieri, 2001
"Lavorare con piccoli indizi", Bollati Boringhieri, 2003
"Eutanasia della critica", Einaudi, 2005

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana