Santacroce, Isabella

Persona

Isabella Santacroce è una personalità eclettica della letteratura italiana. Accostata talvolta al fenomeno letterario dei Giovani Cannibali, la sua opera narrativa presenta in realtà molteplici contaminazioni, che spaziano dalla letteratura gotica ai poeti maledetti, dal grunge alla fiaba. Prima di dedicarsi alla scrittura ha frequentato il Dams a Bologna, è stata organista liturgica e ha partecipato a mostre d'arte a Londra, Parigi, Tokyo e New York. Esordisce nella seconda metà degli anni Novanta con la cosiddetta 'trilogia dello spavento', composta dai romanzi "Fluo", Destroy" e "Luminal", proseguendo nel 2001 con "Lovers", nel 2004 con "Revolver" e nel 2005 con "Dark Demonia". Frattanto nascono proficue collaborazioni artistiche, che la portano a lavorare con la cantautrice Gianna Nannini agli album "Aria" (2002) e "Io e te" (2011), come pure alla scrittura dei testi per la colonna sonora del cartone animato "Momo alla conquista del tempo" (2001). Negli anni Duemila l'evoluzione della sua prosa - sempre più legata a un racconto per vivide immagini ed emozioni frammentate - trova compimento in "Zoo", "V.M. 18", "Lulù Delacroix" e "Amorino". Nel 2015 esce "Supernova", storia di tre adolescenti la cui innocenza viene scalfita dal disincanto e dalla violenza del mondo adulto.

English version not available

Bibliografia

"Fluo. Storie di giovani a Riccione", Castelvecchi, 1995 (Feltrinelli, 2001)"Destroy", Feltrinelli, 1996"Luminal", Feltrinelli, 1998"Lovers", Mondadori, 2001"Revolver", Mondadori, 2004"Dark Demonia", Mondadori, 2005"Zoo", Fazi, 2006"V.M. 18", Fazi, 2007"Lulù Delacroix", Rizzoli, 2010"Amorino", Bompiani, 2012"Supernova", Mondadori, 2015