Léon, Christophe

Persona

Christophe Léon al Festivaletteratura 2016 - ©Festivaletteratura

Nato ad Algeri nel 1959, ha studiato presso l'Accademia delle Belle Arti di Marsiglia. Dal 2002 scrive romanzi incentrati su temi sociali e ambientali rivolti a un pubblico prevalentemente adolescente, viaggiando in tutta Europa per le scuole a promuovere i suoi libri e la coscienza dei problemi che raccontano. I lettori italiani hanno avuto modo di conoscerlo dopo l'uscita di "Granpa'" (2012), un western ecologista che è soprattutto una grande storia dell'amore fra nonni e nipoti, vincitore nel 2015 del Premio 'Un libro per l'ambiente'. In "Reato di fuga" (2015) Léon cambia registro e pone il lettore davanti al dilemma della fuga del conducente: una sera il padre di Sebastien investe una persona, la madre di Loic, e scappa. Sebastien fa amicizia col ragazzo e inizia un sodalizio assolutamente particolare. Il libro è stato adattato per la TV francese e ha vinto il Premio Andersen. "La ballata di Jordan e Lucie" (2016) racconta invece l'amicizia fra Lucie e Jordan, un ragazzo con handicap mentale. Se inizialmente l'handicap sembra un abisso insormontabile, nel corso del libro esso diventa la caratteristica che rende Jordan speciale. In Francia Léon ha pubblicato oltre trenta romanzi e raccolte di racconti per bambini e ragazzi, tradotti nella maggior parte dei paesi europei.

English version not available

Bibliografia

"Granpa'", Camelozampa, 2012
"Reato di fuga", Sinnos, 2015
"La ballata di Jordan e Lucie", Camelozampa, 2016