Iovino, Serenella

Persona

Voce di spicco dell'ecocritica internazionale, Serenella Iovino insegna Letterature Comparate presso il Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere dell'Università di Torino, con alle spalle una solida formazione filosofica e umanistica. Già borsista di ricerca della Fondazione 'Alexander von Humboldt', è stata visiting scholar in paesi europei ed extra-europei (Germania, Francia, Cina, Stati Uniti, Australia, Taiwan, Turchia). Dal 2008 al 2010 ha presieduto la European Association for the Study of Literature, Culture and Environment. Accanto a saggi di critica letteraria e pensiero ambientale, ha curato i volumi "Material Ecocriticism" (2014, con Serpil Oppermann) e "Contaminazioni ecologiche" (2015, con Daniela Fargione). Il suo "Ecologia letteraria" (2006) ha fatto da apripista al pensiero ecocritico in Italia e si è imposto come un testo imprescindibile per gli studi di ambiente e letteratura.

English version not available

Bibliografia

"Radice della virtù. Saggio sul Woldemar di F. H. Jacobi", La Città del Sole, 1999"
Filosofie dell'ambiente. Natura, etica, società", Carocci, 2004 (2008)
"Ecologia letteraria. Una strategia di sopravvivenza", Edizioni Ambiente, 2006 (2015)
"Material Ecocriticism", a cura di Serenella Iovino e Serpil Oppermann, Indiana University Press, 2014
"Contaminazioni ecologiche. Cibi, nature e culture, a cura di Daniela Fargione e Serenella Iovino, LED, 2015