Toscani, Oliviero

Persona

Oliviero Toscani al Festivaletteratura 2016 - ©Festivaletteratura

Figlio del primo fotoreporter del "Corriere Della Sera", è nato a Milano nel 1942 e ha studiato fotografia e grafica all'Università Delle Arti di Zurigo dal 1961 al 1965. È conosciuto internazionalmente come la forza creativa dietro i più famosi giornali e marchi del mondo, creatore di immagini corporate e campagne pubblicitarie attraverso gli anni per Esprit, Chanel, Robe di Kappa, Fiorucci, Prenatal, Jesus, Inter, Snai, Toyota, Ministero del Lavoro, della Salute, Artemide, Woolworth e altri. Come fotografo di moda ha collaborato e collabora tuttora per giornali come "Elle", "Vogue", "GQ", "Harper's Bazaar", "Esquire", "Stern", "Liberation" e molti altri nelle edizioni di tutto il mondo. Dal 1982 al 2000 ha creato l'immagine, l'identità, la strategia di comunicazione e la presenza online di United Colors of Benetton, trasformandolo in uno dei marchi più conosciuti al mondo. Nel 1990 ha ideato e diretto "Colors", il primo giornale globale al mondo, e nel 1993 ha concepito e diretto Fabrica, centro di ricerca di creatività nella comunicazione moderna. Dal 1999 al 2000 è stato direttore creativo del mensile "Talk Miramax" a New York diretto da Tina Brown. Tra i fondatori dell'Accademia di Architettura di Mendrisio, ha insegnato comunicazione visiva in svariate università e ha scritto diversi libri sulla comunicazione. Dopo quasi cinque decadi di innovazione editoriale, pubblicità, film e televisione, ora si interessa di creatività della comunicazione applicata ai vari media, producendo, con il suo studio, progetti editoriali, libri, programmi televisivi, mostre ed esposizioni. Dal 2007 inizia Razza Umana, progetto di fotografia e video sulle diverse morfologie e condizioni umane, per rappresentare tutte le espressioni, le caratteristiche fisiche, somatiche, sociali e culturali dell'umanità, toccando più di 100 comuni italiani, lo Stato di Israele, la Palestina, il Giappone e per le Nazioni Unite, il Guatemala. Da quasi trent'anni è inoltre impegnato nel progetto contro il degrado dell'Italia dal titolo Nuovo Paesaggio Italiano. Il lavoro di Toscani è stato esposto alla Biennale di Venezia, a San Paolo del Brasile, alla Triennale di Milano e nei musei d'arte moderna e contemporanea di tutto il mondo. Ha vinto numerosi premi ed è è socio onorario del Comitato Leonardo e della European Academy of Sciences and Arts.

Son of the first photo-journalist of the "Corriere Della Sera", was born in Milan, Italy in 1942 and studied photography and design at the University of the Arts in Zurich from 1961 through 1965. He is internationally renowned as the creative force behind some of the world's most successful brands, creating through the years corporate images and advertising campaigns for companies such as Esprit, Chanel, Fiorucci, Prenatal and many more. He collaborated as fashion photographer for international magazines like "Elle", "Vogue", "GQ", "Harper's Bazaar", "Esquire", "Stern", "Liberation" and many more. From 1982 to 2000 he built the identity, corporate image, communication strategy and online presence of United Colors of Benetton transforming it into one of the world's most recognized brands. He also created Playlife, Benetton's sportswear line. In 1990 he conceived, created and directed Colors, the world's first global magazine, making it a cult magazine soon to be followed by editorial and communication forefront runners from all around the world. In 1993, he invented, founded and directed Fabrica, the international center for arts and modern communication research. One of the founding professors of the Academy of Architecture of Mendrisio, Switzerland, he also taught visual communication at several Italian Universities and has written various books on communication. In 2005, after decades of innovation in editorial, advertising, film and television, Toscani founded La Sterpaia, a renaissance vision of a workshop for modern communication research. Toscani's work has been exhibited at the Biennale of Venice, Triennale of Milan and museums of modern art in Mexico City, Helsinky, Rome, Lausanne, Frankfurt, San Paolo and other cities.

Bibliografia

"Facce-Faces", Castelvecchi, 1997
"Non sono obiettivo", Feltrinelli, 2001
"I bambini ricordano. Sant'Anna di Stazzema 12 agosto 1944", Feltrinelli, 2003 (2016)
"Gay pride. L'histoire", Scali, 2005
"Homofobicus", con Marco Rubiola, Kaos, 2006
"Creativo sovversivo", con Enzo Argante, Salerno, 2008
"Anorexia. Storia di un'immagine", La Sterpaia, 2008
"Firenze Santo Spirito", con un gruppo di giovani fotografi, La Sterpaia, 2009
"Moriremo eleganti. Conversazione con Luca Sommi", Aliberti, 2012
"Oliviero Toscani. Più di 50 anni di magnifici fallimenti", Electa, 2015
"Dire, fare, baciare. la creatività è dall'altra parte del vento", Rizzoli, 2016

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana