Rostagno, Antonio

Persona

Antonio Rostagno è docente di Storia della Musica all'Università di Roma 'La Sapienza'. Si è diplomato in pianoforte presso il Conservatorio 'Giuseppe Verdi' di Torino nel 1988 e ha studiato composizione a Torino con Felice Quaranta. Laureatosi in Lettere Moderne, ha conseguito un dottorato di ricerca in Storia e analisi delle culture musicali a Roma, sotto la guida di Pierluigi Petrobelli. Ha svolto attività di ricerca in campo musicologico in vari atenei e istituti italiani e stranieri. Già responsabile scientifico del Premio in Discipline Musicologiche (organizzato dagli Amici della Scala di Milano in collaborazione con l'editore Feltrinelli) e condirettore artistico del Festival Internazionale di musica da camera di Cervo (Imperia), è autore di pubblicazioni in varie lingue ed è uno dei massimi interpreti dell'opera musicale di Robert Schumann.

English version not available

Bibliografia

"La musica italiana per orchestra nell'Ottocento", Olschki, 2003"Musica e linguaggio", con Pierluigi Petrobelli, Nuova cultura, 2004 (2008)"Kreisleriana di Robert Schumann", L'epos, 2007 (Neoclassica, 2017)"Futurismo e musica. Una relazione non facile", a cura di Antonio Rostagno e Marco Stacca, Nuova cultura, 2010"Musica riscoperta. Violinisti-compositori a Roma nel secondo Ottocento", Accademia nazionale di Santa Cecilia, 2010"Le ultime opere di Robert Schumann. Analisi dei "Gesänge der Frühe" per pianoforte op. 133 (1853)", a cura di Antonio Rostagno, Libreria musicale italiana, 2010"Giuseppe Martucci. Da Capua all'Accademia di Santa Cecilia", a cura di Antonio Rostagno, Pier Paolo De Martino, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, 2012Anna Giust, "Cercando l'opera russa. La formazione di una coscienza nazionale nel teatro musicale del Settecento", a cura di Antonio Rostagno, Edizioni Amici della Scala, 2014"Robert Schumann. Dall'Italia", a cura di Elisa Novara e Antonio Rostagno, LIM, 2014"Scrittori in musica. I classici italiani nel melodramma tra Seicento e Novecento", a cura di Antonio Rostagno e Silvia Tatti, Bulzoni, 2016