Vilas, Manuel

Persona

Manuel Vilas al Festivaletteratura 2019 - ©Festivaletteratura

Poeta e narratore spagnolo, classe 1962, è originario di Barbastro, nella comunità autonoma dell'Aragona. In madrepatria collabora regolarmente con varie testate giornalistiche ed è attivo sulla scena letteraria dagli anni Ottanta del Novecento. Ha pubblicato romanzi (España, Los inmortales, El luminoso regalo, Lou Reed era español), saggi, diari e sillogi poetiche, in larga parte ripubblicate nel 2016 dalla casa editrice Visor nel volume Poesía completa 1980-2015. La sua opera è presente da tempo nelle principali antologie spagnole di poesia e narrativa. In tutto c'è stata bellezza (Ordesa), memoria intima di un'esistenza, delle sue fragilità e dei suoi legami affettivi, è il primo romanzo di Vilas a esser stato tradotto in italiano. In Spagna è diventato il caso letterario del 2018: è stato eletto come miglior libro dell'anno da El País e El Mundo e ha raccolto il plauso di autori del calibro di Javier Cercas e Fernando Aramburu. Quest'ultimo lo ha ha definito «un libro sincero, a tratti crudo sulla perdita dei genitori, sul dolore delle parole non dette e sulla necessità di amare ed essere amati».
 

Bibliografia

In tutto c'è stata bellezza, Guanda, 2019

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana