Benedetti, Carla

Persona

Carla Benedetti, uno dei maggiori critici letterari italiani, ha conseguito il dottorato in Semiologia della letteratura presso l'Ecole des Hautes Etudes di Parigi nel 1984 e dal 1989 è professore ordinario di Letteratura Italiana moderna e contemporanea. Ha insegnato alla New York University in qualità di Recurrent visiting Professor, all'Università di Pavia e, dal 1993, ricopre una cattedra all'Università di Pisa. La sua attività di ricerca si è incentrata sulla narrativa otto-novecentesca, in particolar modo sul racconto fantastico ottocentesco e con monografie su Proust, Svevo, Gadda, Calvino, Celati, Parise, Pasolini; su alcuni temi di teoria della letteratura quali i generi letterari, le poetiche, la funzione-autore, la forma aforistica e le forme brevi; le teorie della comunicazione e teoria dei sistemi; l'estetica, indagando concetti quali il sublime, la grazia e le forme della temporalità. Della sua più recente attività sono da ricordare in particolar modo la partecipazione al convegno e poi al volume collettivo "Scrivere sul fronte occidentale" (Feltrinelli, 2002) e la fondazione, insieme ad altri, della rivista "Nazione indiana" (consultabile in rete). Tiene inoltre la rubrica "Il romanzo" sul settimanale "L'Espresso".

English version not available

Bibliografia

"La soggettività nel racconto. Proust e Svevo", Liguori, 1984
"Una trappola di parole. Lettura del 'Pasticciaccio'", ETS, 1980
"Modi di attribuzione. Filosofia e teoria dei sistemi" con Rino Genovese e Paolo Garbolino, Liguori, 1989
"Pasolini contro Calvino. Per una letteratura impura", Bollati Boringhieri, 1998
"L'ombra lunga dell'autore. Indagine su una figura cancellata", Feltrinelli, 1999
"Il tradimento dei critici", Bollati Boringhieri, 2002
"Quattro porte sul Petrolio", 2003
"The Empty Cage. Inquiry into the Misterious Disappearence of the Author", Cornell University Press, 2005
"Giuseppe Bartolini. Bestiario. Dipinti 1999-2006", Lubrina, 2006