via F.lli Rosselli - Valletta Paiolo

Immediatamente a contatto con il centro città, il quartiere di Valletta Paiolo comprende sia interventi di edilizia popolare, come i villaggi operai di viale Piave costruiti nel 1939, che tipologie abitative differenziate, circondati da grandi aree verdi (come i Giardini Tazio Nuvolari) e da viali alberati, la cui congiunzione avviene nell'ampio piazzale Gramsci. La zona deriva il suo nome dall'antico lago Paiolo, toponimo la cui etimologia rimanda a un termine latino che significa palude, il cui risanamento ha inizio alla fine del XVIII secolo ad opera degli Austriaci. Più tardi, agli inizi del Novecento, una bonifica meccanica venne messa in atto dal Ministero dei Lavori Pubblici, al fine di ricavare spazi per nuove aree residenziali e la costruzione di edifici che modificarono il volto del quartiere, come lo stabilimento "Luigi Bianchi" nel 1938, la chiesa di San Pio X nel 1957 o il "grattacielo" Torre Montello nel 1958. Oggi Valletta Paiolo è una zona in continuo miglioramento – come testimonia per esempio il recente lavoro di riqualificazione di via Rosselli dalla peculiare pavimentazione stradale verde – ricca di attività e servizi e ospita, tra le altre cose, la sede della Polizia Locale e dell'ASPeF.

Sito web