08/09/2002

I GRANDI MATEMATICI E I GIOCHI


2002_09_08_158

È opinione diffusa che la Matematica sia essenzialmente un gioco. In particolare, Thomas Mann affermava: «La Matematica è un gioco nell'aria... o addirittura fuori dell'aria, in regioni senza polvere, comunque». Ma i grandi matematici del passato che tipo di rapporto avevano con il gioco? In questo incontro si cercherà di rispondere a tale interrogativo, mostrando come il gioco non sia servito solo ad approfondire dei concetti già elaborati, ma abbia contribuito a far nascere nuove teorie matematiche.


English version not available

Italiano

Ennio Peres ha iniziato la conferenza parlando di Lucio Lombardo Radice e del suo libro "Il giocattolo più grande", nel quale espone una teoria secondo cui il cervello umano è una fonte inesauribile di idee ludiche. Peres ha poi parlato del libro di Bruno De Finetti "Logica e matematica", nel quale sono esposti alcuni sorprendenti e semplici problemi di matematica. È stato infine proposto al pubblico un excursus storico nel quale si è parlato dell'interesse dei più grandi matematici verso giochi senza utilità pratica, che Peres ha poi proposto al pubblico.

1Persone correlate

1Luoghi collegati

1Rassegne e temi correlati