04/09/2003

CERVELLO, EMOZIONE E SPINOZA


2003_09_04_021

Antonio Damasio rappresenta una delle figure di maggior spicco a livello mondiale nel campo delle neuroscienze: i suoi laboratori sono considerati un punto di riferimento per lo studio dei fenomeni nervosi che sono alla base dei processi cognitivi. Autore di varie pubblicazioni (tra cui "Emozione e conoscenza"), dialoga con il filosofo Michele Di Francesco.


English version not available

Italiano
Inglese

Fitto pubblico all'incontro di questa mattina al Chiostro del Museo Diocesano che ha visto come protagonista Antonio Damasio. Originario di Lisbona, e attualmente professore di neurologia presso la University of Iowa, ha affascinato il pubblico presente con una coinvolgente discussione sul rapporto tra emozioni e ragione, rifacendosi allo studio sul funzionamento del cervello umano e opponendosi alle tesi di Cartesio che vedeva nei due elementi una netta contrapposizione: mente e corpo, per Damasio, non possono essere divisi perché interagiscono continuamente. Il neurologo, dialogando col filosofo Michele Di Francesco, suo interlocutore sul palco, ha messo in luce la distinzione tra emozione e sentimento: la prima è «l'evento di un teatro che è il nostro corpo» e si manifesta esteriormente, il secondo è vissuto dall'individuo ad un livello più profondo ed interno, una sorta di «automappatura» che l'uomo compie sulle proprie emozioni e stati d'animo.

1Luoghi collegati

1Rassegne e temi correlati