09/09/2004

HO CLONATO LO ZIO ALBERTO
. Opera buffa di fisica moderna a due voci e pianoforte


2004_09_09_037

dai 14 anni in su


Lettura di "Ho clonato lo zio Alberto", biografia del vero Albert Einstein, accanto a quella del suo clone, leggermente fuori di testa. Albert Einstein: Premio Nobel 1921, due mogli, molti amori, una sola idea fissa, quella di estendere la Teoria della Relatività a tutto ciò che esiste nell'universo, ma il clone non è proprio uguale all'originale e ha un'altra idea fissa. Con Mariangela Agostini e Carlo Rivadossi.


English version not available

Italiano

Nella cappella di Palazzo del Mago si sentono due voci, accompagnate ogni tanto dalla melodia di un pianoforte. Scorrono parallele due storie, due vite: quella del famoso Albert Einstein e quella del suo clone, lo zio Alberto, più interessante alla birra e alle donne che alla relatività. Così, mentre il primo studia appassionatamente fisica, l'altro si appassiona simpaticamente all''altro sesso'. Però, che bello vedere in scena un altro Einstein, non il genio sempre impegnato nei suoi studi e nei suoi esperimenti, ma che si diverte e gode dei piaceri della vita. Ma una domanda sorge spontanea: siamo sicuri che, in fondo in fondo, non siano la stessa persona?

1Persone correlate

1Luoghi collegati

1Enti correlati