09/09/2004

CROSSING
. Stories of Gravity and Transformation


2004_09_09_055

Dal 1996 Project Bandaloop ha regalato emozioni a più di un milione e mezzo di persone. Ispirati alle molteplici possibilità legate allo scalare e all'arrampicarsi, questi atleti-ballerini sfidano la forza di gravità esplorando le affascinanti potenzialità del movimento su torri, magazzini, grattacieli, edifici, dirupi. Le loro performances onorano la natura e lo spirito umano attraverso la danza. Al Festivaletteratura Project Bandaloop terrà le sue spettacolari evoluzioni calandosi dalla facciata del Castello di San Giorgio.
 Lo spettacolo verrà replicato alle ore 22.30.
 Direzione artistica: Amelia Rudolph; Ballerini: Heater Baer, Melecio Estrella, Suzanne Gallo, Rachael Lincoln, Amelia Rudolph, Mark Stuver, Kimm E.Ward.


English version not available

Italiano

Dalla facciata illuminata del Castello di San Giorgio pendono delle funi, e un vento leggero le fa oscillare leggermente. Ci sono proprio tutti, grandi e piccini, che aspettano l'inizio dello spettacolo della compagnia diretta da Amelia Rudolph. Ed eccoli finalmente, gli atleti e i ballerini del Project Bandaloop, che eseguono le loro armoniose coreografie, sfidando sia la forza di gravità che le leggi dell'equilibrio. La musica raffinata li accompagna, facendo risaltare ancora di più coordinazione e grafica, stile e maestria tecnica. Fin dal 1996, anno della sua nascita, Project Bandaloop ha regalato emozioni a milioni di spettatori e lo spettacolo di questa sera, "Crossing" non fa certo eccezione, anzi è un'ulteriore conferma. Il tema, "stories of Gravity and Transformation" esplora le potenzialità del movimento e della metamorfosi del corpo attraverso la danza. Sfruttando le molteplici possibilità legate al calarsi, allo scalare, all'arrampicarsi, i corpi dei ballerini si trasformano in pure figure geometriche e sembrano rompere e superare i limiti stessi del corpo umano.

1Luoghi collegati

2Rassegne e temi correlati